mercoledì 23 gennaio 2013

Venetian coleslaw, with homemade light mayonnaise & chicken wings...♫ vojo fa' l'ammericana in my chaltron way ♪ (senza glutine, senza latte vaccino, senza lattosio)

Sottotitolo cronaca di un semplice pranzo domenicale
Cominciamo dall'inizio...
" chi ben comincia è a metà dell'opera"...la solita voce a
Siccome l'indifferenza è tra le virtù dei forti, io e la voce b ignoriamo la voce a e così posso continuare a scrivere...
Come avevo scritto anche nel post sulla Pizza senza glutine, finalmente un fine settimana in compagnia della routine casalinga e dei due uomini...
...per tacer del brutto tempo, del fe-dente e del trigemino lupo mannaro.
Ma volete mettere tutto ciò con la testa china su articoli o in mezzo a files excel, tabelle e company? Non avrei fatto cambio per nulla al mondo!
In questa routine casalinga, tra una lavatrice e l'altra, mangiare bisogna e finalmente il fe-dente permetteva qualcosa di solido...e allora pronte (siamo 3 voci in cucina ;-) )? partenza?via!
Accontentiamo il cucciolo che ama il pollo arrosto, con una crosticina croccante...anzi il cucciolo ama SOLO le cosce di pollo, morbide dentro e croccanti fuori.
Quindi io il pollo lo compero sempre spezzato, di solito compero cosce e sovracosce ma grazie a Nonna Ivana ho scoperto la bontà delle ali di pollo e della salamoia bolognese, che riesco a trovare in qualche supermercato anche in queste lande nebbiose...in realtà il mio pollo arrosto è molto italiano, ma c'ho tanta voglia di giocare e quindi vojo fa l'ammericana ;-)


♪Renato Carosone - Tu vuo' fa' l'ammericano♫

POLLO ARROSTO E CHICKEN WINGS ALLA FABIPASTICCIO


cosce, sovracosce e ali di pollo
salamoia bolognese o ajon q.b.
poco olio evo
Grado di difficoltà: un ingegnere

fiammeggio il pollo e lo lavo poi per benino, dopo lo metto in una terrina e lo condisco bene con la salamoia bolognese. Metto il tutto in frigo, coperto dalla pellicola. Fin qui avete seguito tutto? Adesso arriva l'acme.
Il giorno dopo, generalmente domenica, dico all'ingegnere di mettere poco olio evo nella teglia o nella pirofila grande, tutto dipende da quanti pezzi di pollo, di accendere il forno a 170°C, di togliere la terrina dal frigo, di togliere la pellicola e di mettere tutto il contenuto della terrina nella teglia e di porre la teglia in forno. Eh, lo so, il difficile è procurarsi un ingegnere adatto...
Quanto cuoce il pollo? Io dico sempre all'ingegnere di dimenticarselo, ma precisino come è figuriamoci! Quindi cuoce finchè non ha fatto una bella crosticina fuori, se punto con la forchetta è morbido, ma non esce liquido...semplicissimo!
Dopo ciò gustarselo caldo con patate arrosto...oppure con una bella insalata mista - adesso sono ancora di stagione i radicchi di ogni zona, quindi c'è di che sbizzarrirsi tra Castefranco, Treviso tardivo o Chioggia - ...
...oppure si prepara una versione mooooolto chaltron del coleslaw che ho ammirato nel blog di Sonia La Cassata Celiaca, così le faccio un omaggio♥

VENETIAN COLESLAW CON MAIONESE FATTA IN CASA IN VERSIONE LIGHT (SENZA GLUTINE, SENZA LATTOSIO SENZA LATTE VACCINO)

Il coleslaw si dice sia irlandese, tedesco, olandese, naturalizzato americano, poichè cole slaw deriverebbe dall'olandese koolsla, che è l'abbreviazione di koolsalade, che significa insalata di cavolo. Visti i flussi migratori verso l'Ammerica ci sta che il coleslaw abbia più padri. Una versione vuole cavolo cappuccio, latticello e maionese, un'altra versione più conosciuta vuole cavolo cappuccio, carote, maionese, latticello, oppure aceto, oppure maionese e panna acida, m anche frutta, ma anche cipolla...insomma ci sono innumerevoli versioni del coleslaw... ci sta bene pure una chaltron versione di una veneziana acquisita!

Ingredienti
cavolo cappuccio rosso
carote
mele rosse, meglio se con la buccia - ne avevo di biologiche comperate per prova in una azienda agricola nelle vicinanze della piscina dove Ale a fare nuoto il sabato mattina
aceto di mele bio Germinal, dal gusto delicato
olio evo - in questo momento ci piace moltissimo il ligure
sale
pepe dal mulinello
maionese fatta in casa ed in versione light
Grado di difficoltà: mezzo ingegnere 

Il cappuccio viola ci piace moltissimo, non è sempre facile trovarlo, ma quando lo trovo faccio scorta. L'ingegnere taglierà finemente il cappuccio, mentre la chaltron woman si occupa delle carote e delle mele. Dopo aver lavato e ben scolato il cappuccio, si prende una bella terrina, nella quale si mescolano carote, cappuccio viola e mele non sbucciate, ma tagliate a dadini. Poi si aggiunge sale, pepe dal mulinello se piace, olio evo e maionese fatta in casa (senza glutine, senza latte vaccino, senza lattosio). Si mescola bene, si serve e si mangia! Gli occhi vedono tanti bei colori e la nostra salute ci guadagna nonostante la maionese! Ma non è una maionese qualunque...è una maionese leggera, light, light che più light non si può!...
"in realtà si potrebbe farla molto più light, ma lo facciamo la prossima volta", voce a...
":-P :-P :-P", voce b...

MAIONESE FATTA IN CASA LIGHT, (CON LECITINA DI SOIA§)


La MAIONESE è una tentazione, ma tra grassi e colesterolo fa salire il senso di colpa al massimo...e non sale solo il senso di colpa. E allora come fare?
Bisogna mettersi a studiare...inoltre tempo fa, avevo comperato un vaso di lecitina di soja, certificata senza glutine §, perchè volevo fare un altro esperimento, ma poi per mancanza di tempo ho lasciato stare...non chiedetemi perchè, ma nove volte su dieci quando cerco in internet qualcosa, lo cerco in inglese, credo sia deformazione professionale, davvero nel senso peggiore del termine...comunque di link in link
e dopo qualche chaltron esperimento, ma senza spatasci ;-), sono giunta alla mia chaltron versione con minipimer

Ingredienti
1 uovo intero
60 g di olio evo - poco meno di una tazzina, per intenderci
2-3 cucchiai di aceto di mele bio
70 g di lecitina di soia in granuli §
sale
acqua q.b.

§ per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009 e non dimenticare mai il discorso sulle tracce e cross-contaminazioni

Procedimento ovvero come diamine ho fatto

In una ciotolina ho messo la lecitina e ho aggiunto acqua, almeno 50-60 ml, per far sciogliere la lecitina e formare un gel. Nel bicchiere del minipimer ho messo l'uovo intero, senza far rompere il tuorlo, poi il gel di lecitina, l'olio evo, l'aceto, il sale. Ho azionato il minipimer  finchè non ha raggiunto la consistenza che avete visto in foto.
Sapore ottimo, densità perfetta, morbida, vellutata, meno grassa - l'olio evo è ridotto a un terzo, quasi a un quarto rispetto alle ricette tradizionali.
Che volere di più? senza uova come ha fatto Libera in questo suo post...
...magari la prossima volta ci provo!
Con queste dosi ne è venuto un barattolo pieno, si conserva più a lungo rispetto alla maionese consueta, non ha nessun retrogusto.
Ah! per chi fosse allergico alla soia, esiste la lecitina di girasole, ma non saprei dove comperarla...sorry...desculpame...scusa...
La lecitina di soia senza glutine in granuli è in vendita in qualsiasi supermercato tra i prodotti dietetici ;-)
E adesso vedrò cosa altro poter fare con la lecitina...un'altra idea ce l'avrei....vedremo...;-)
Buon appetito a tutti! ♥

PS da metà del 2012 ad adesso è stato - purtroppo - un periodo pesante per svariati motivi, supponendo che una parte di quella pesantezza sia archiviata (mah!), spero davvero di poter visitare più spesso i miei amici bloggers e non solo, anche perchè là fuori nel web ci sono delle persone stupende, alcune ho avuto modo di incontrarle e reincontrarle dal vivo e mi hanno dato la dimostrazione che a prescindere dal tramite, la vera conoscenza e successivamente l'amicizia c'è. Grazie

17 commenti:

  1. Cara Fabi veramente un bellissimo post.
    Qui troviamo di tutto ce il bel racconto, un piatto appetitoso e per finire il caro Renato Carosone con, Tu vuo' fa' l'ammericano! una dei suoi cavalli di battaglia, bellissima.
    Ciao e buona giornata, amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona giornata caro Tomaso, anzi buona serata!

      Elimina
  2. Ciao Fabi!!!! Bellissimo leggere i tuoi post!!!!
    Aggiungi un posto a tavola che arrivooooo... magari :)
    Un bacio enorme!!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Lory quando vuoi la porta di casa mia è aperta! Ricambio il bacio di ♥

      Elimina
  3. Fantastico il Venetian Coleslaw!!!!!
    Sei irraggiungibile my Chaltron Lady :)
    P.S. Quella è la canzone preferita di mio figlio, la sa tutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Troppo forte il cucciolo! macchè irraggiungibile, basta che prendi il treno e mi raggiungi :-*

      Elimina
  4. Averne di chaltron-cuoche come te!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eugenia troppo buona, troppo buona :-D

      Elimina
  5. ottimo il pollo e l'insalata..idonea la canzone! bravissima!!
    ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciaoooooo cara Enza! A rileggerci presto nella tua fantastica cucina

      Elimina
  6. Cara Fabi

    mi fai proprio sorridere!!
    Stavolta mi sembrava che tu fossi a casa mia con un mio menu, solo che a me manca il mezzo ingegnere o intero, variante senza maionese, ma con yogurt nell'insalata mista, con filettini di erba cipollina e semi di cumino se ci sono!!!

    Speriamo che il prossimo w/e sia meno tormentoso dal fe-dente, trigemino e cose varie...ma la cucina così variegata e l'ausilio preciso dell'ingegnere lo renderanno meno pesante

    Un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-D :-D :-D ad ognuno il suo, vero Ivana? Il fe-dente sembra calmarsi, il trigemino no, ma per fortuna c'è la cucina. Un abbraccio carissima ♥

      Elimina
  7. L'unità di misura "ingegnere" per misurare la difficoltà della ricetta è fantastica! (relazionare il mestiere all'abilità maschile in cucina potrebbe essere argomento di studio. Ti vedrei editor del JCR, Journal of CHaltron Research)
    La maionese light fatta in casa è senz'altro da copiare immediatamente (si avvicina il tempo di fare le prime analisi da celiaca ... :DDD)
    L'insalata 'mmericana mi fa venire tanta nostalgia della gioventù passata
    E sulle deformazioni professionali stendiamo un pietoso velo... spesso nella mia lingua madre non riesco a "centrare" nemmeno le parole chiave per una ricerca...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gaia l'editor per il Journal of Chaltron Research è grandioso! Ebbene sì sono io! Grazie per avermi regalato questa risata ♥
      E' vero, che è più forte di noi? prima le penso in inglese le parole chiave e dopo le traduco in italiano...robe da scienzati :-D :-D :-D

      Elimina
    2. Spero che, al momento giusto, avrai un occhio di riguardo almeno per la pubblicazione di un mio abstract!
      Scherzi a parte, ho appena fatto la maionese: serie A!
      Buon WE!

      Elimina
  8. Ma sei coraggiosa a farti aiutare da un ingegnere! Forse sei brava tu a dargli tutte le indicazioni passo-passo, senza dimenticare nessuna precisazione. Mi hai fatto tanto ridere!! Anche io sono presissima dal lavoro, non ho un attimo di tempo per me, per ciò che mi piace fare. In più lunedì terrò un corso di aggiornamento a lavoro per i colleghi di altre strutture provinciali ed ho lavorato fino ad ora trascurando le altre scadenze :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'ingegnere è abilissimo nel tagliare, ma sì deve essere adeguatamente istruito, altrimenti...Elena, coraggio! Il lavoro è a volte una grande croce per molti aspetti, ma lavorare bisogna in un modo o nell'altro...ti invio un abbraccio doppio di vero ♥

      Elimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D