martedì 3 maggio 2016

Toast di Gamberetti e Sesamo senza glutine senza lattosio senza proteine del latte

Sono passati sette anni sette...
 e siamo ancora qui a raccontarcela

"Sette anni...non festeggiamo?" mi domanda la mia voce a bitchy.
Ovviamente è mattina presto e io non ancora preso il mio primo caffè, quindi le mie sinapsi hanno appena appena cominciato a stiracchiarsi.
Sollevo appena appena una palpebra, quel tanto che basta a guardarla e pigio il tasto della macchinetta del caffè.
"Il prossimo lo faccio ristretto per te...questo è per Ale" rispondo alla mia voce a bitchy, che è stranamente paziente.
Dopo il primo sorso, mi ripete la domanda "Sette anni...non festeggiamo?"
"a) Non sono sorda, manco smemorata, b) il caffè del mattino devo berlo nel mio silenzio e riconciliarmi con me stessa e il mondo, c) no, non festeggiamo! Non ho mai festeggiato il compleblog e non ho intenzione di cominciare a farlo." rispondo.
"Che la bitchiness sia con te!" mi risponde con un bagliore d'orgoglio, che fa capolino dai suoi occhiali da sole, estremamente chic.
"Occhiali da sole nuovi, eh?" - ribatto -" In realtà, più che di bitchiness, trattasi di viaggio. Questo blog è un viaggio che ho cominciato sette anni fa e  sto solo continuando a viaggiare. Quindi, ogni giorno di viaggio, festeggio. Tutto qui"

Il dieci aprile appena trascorso questo blog ha superato i suoi primi sette anni. Sette anni nei quali è cresciuto con me, sette anni nei quali è cresciuto grazie agli amici che, o per le ricette o per i racconti o per i miei esperimenti da perfetta chaltron woman, sono passati a trovarmi, anzi a trovarci...posso forse dimenticarmi della mia voce a bitchy?
Ci sono stati periodi di silenzio, di riflessione, di assenza forzata, ci sono state tante ricette, tanti esperimenti, un sacco e una sporta di spatasci finiti direttamente nell'umido... Nutrire il compost è comunque un'arte...eppoi fa bene all'ambiente.
Invece di festeggiare questo blog, dopo questa assenza, riparto con una ricetta meravigliosa di un'amica di forum e di blog, che ha una cultura gastronomica notevole, è bravissima e fa delle ricette che sono una garanzia. Ogni sua ricetta che ho rifatto, sglutinato e delattosato e privato di ogni fonte di proteine del latte, è stata un successone ed è entrata nelle ricette famigliari.
Grazie ad Eugenia, La Belle Auberge.

La ricetta che presento oggi è liberamente ispirata ad una che trovate nel suo blog; io l'ho privata di ogni fonte di glutine, lattosio e proteine del latte.
E' stata pubblicata nel numero 6 2015 della rivista FREE, l'arte di vivere senza glutine.

Toast di Gamberetti e Sesamo 
senza glutine senza lattosio senza proteine del latte
Shrimp and Sesame Toast 
gluten free dairy free milk proteins free


Ingredienti
per 12 toast

250 g di gamberetti
6 fette di pan carrè senza glutine senza lattosio Schaer
2 cucchiaini di salsa Tamari senza glutine Lima
20 g di amido di mais senza glutine San Martino
½ cucchiaino di zenzero in polvere Sonnentor*
2 cucchiaini di acidulato di umeboshi senza glutine Lima
1 albume (da uovo grande extrafresco cat. 0)
Semi di sesamo bianco*
Semi di sesamo nero*

* ancora una volta ricordo che: per i celiaci e le persone gluten sensitive bisogna accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009, da D.L 111/1992,  e nota del Ministero della Salute prot. 600.12/A32/2861. Inoltre, per ulteriori informazioni leggere anche qui e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni. Per il lattosio e le proteine del latte controllare sempre le etichette e le diciture in esse presenti.

leccarda da forno, ciotole, leccapentole, robot da cucina, coltelli in ceramica, carta forno, piatto per impiattare




Procedimento:

Preriscaldate il forno a 240°.
Sgusciate e private del budellino nero i gamberetti. Sciacquateli bene.
Mettete nel robot da cucina, con l’accessorio lama, i gamberetti puliti e sciacquati, assieme a tutti gli altri ingredienti.
Fate andare il robot fino ad ottenere un composto cremoso e ben miscelato.
Private le sei fette di pan carrè della crosta e tagliatele in due, per ottenere due rettangoli.
Spalmate il composto ottenuto sui rettangoli di pan carrè.
Con la parte spalmata all’ingiù, passate i rettangoli o nel sesamo bianco o nel sesamo nero, finché la superficie non sia completamente coperta.
Rivestite una leccarda da forno con carta forno e ponete i rettangoli sulla leccarda.
Cuocete in forno ben caldo a 240° per 10 minuti.
Una volta cotti, sfornate e lasciate intiepidire su una griglia per dolci. 




Sono semplici e buoni buoni! Anche questi piacciono molto alla mia voce a bitchy e anche al mio uomo piccolo.
Come accompagnarli? 
Sicuramente sake, ma anche un buon calice di Prosecco Extra Dry, come quello della cantina Terre Grosse... e anche un buon giallo, una delle avventure di Agatha Raisin... quella dell'acqua minerale potrebbe essere la più azzeccata (Agatha Raisin and the Wellspring of Death).

"Certo che per essere una che non voleva festeggiare..." sussura la mia voce a bitchy.
"Mia cara, un'occasione per brindare si trova sempre, solleva il cuore dalle pesanti amarezze del quotidiano e aiuta a ritrovare il sorriso e previene lo schiacciamento dell'anima da parte dei macigni-dispiacere..." le sussurro di rimando
"... e se dopo sette anni siamo ancora qui a raccontercela, un bel motivo ci deve pur essere!" conclude la mia voce a bitchy.
E lei non ha mai torto.

Cheers everybody!