mercoledì 10 maggio 2017

Pizza romana senza glutine senza lattosio senza proteine del latte con Licoli


Quando non puoi danzare tu, fai danzare la tua anima.
(Delbrel)

Riconoscere un'anima è un grande dono, riconoscere un'anima danzante è un prodigio. in molti non sono in grado di riconoscere nè l'una nè l'altra, ma l'incontro con quei pochi che sono in grado di farlo porta con sè il sole del cuore.
Sia io sia la mia voce a bitchy abbiamo bisogno di risvegliare il sole nel nostro cuore.
Per farlo, io impasto e panifico come se a casa avessi almeno una diecina di bocche da sfamare e lei guarda. Anzi no. 
La mia voce a bitchy appare dal nulla, facendo tremare le mie coronarie, sussura, apostrofa, dice, racconta, ribatte, critica, fuma e...mangia.
E non mette neanche su un nanogrammo.
"E' il contrappasso, vero? Sarò mica l'unica ad avere un alter ego con un fisico da schianto?" dico io, impastando.
"Fisico da schianto, carisma e sintomatico mistero..." aggiunge la mia voce a bitchy.
"Pure le citazioni non sbaglia! Occhiali da sole inclusi" dico io, sconsolata.
"Sono un alter ego di classe, è evidente" ribatte la mia voce a bitchy.
"Guarda...una cosa è molto evidente: sei una golosa impenitente." le rispondo.
"Ma no! Ho un solido appetito..." mi dice la mia voce a bitchy, agguantando un bel pezzo di pizza.
La ricetta di oggi è la nuova versione della mia ricetta di pizza romana con tanti senza e con lievito madre. 

Pizza romana senza glutine senza lattosio senza proteine del latte con Licoli
Roman Pizza gluten free dairy free milk proteins free with liquid surdough




Ingredienti

860 g Nutrifree per pane senza lattosio
360 g di licoli senza glutine al grano saraceno, non rinfrescato.
250 g latte di soja senza glutine tiepido
250 g di acqua tiepida
100 g olio extravergine di oliva
12 g di sale fino




* ancora una volta ricordo che: per i celiaci e le persone gluten sensitive bisogna accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 609/2013, che sostiuisce il regolamento CE 41/2009, da D.L 111/1992, da Regolamento di esecuzione CE 828/2014 e nota del Ministero della Salute prot. 600.12/A32/2861. Inoltre, per ulteriori informazioni leggere anche qui e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni. Per il lattosio e le proteine del latte controllare sempre le etichette e le diciture in esse presenti.

Mi era già capitato con il lievito madre di non rinfrescarlo, ma di usarlo tal quale, e ho voluto sperimentare ciò con il mio licoli, che nello specifico è normalmente rinfrescato con farina di riso integrale e grano saraceno.



Procedimento
Pesate il licoli non rinfrescato, ma non freddo di frigo,  direttamente nella planetaria.
Ad esso aggiungete la farina ed i liquidi intiepiditi.
Con la frusta a gancio, cominciate ad impastare, a bassa velocità, per amalgamare.
All'impasto aggiungete poi il sale e l'olio extravergine di oliva.
A questo punto impstate il tutto aumentando la velocità.
Una volta che tutto era ben miscelato, con il leccapentola versate l'impasto in una ciotola capiente e coprite con la pellicola per alimenti.
Lasciate almeno un'ora a temperatura ambiente, in forno con la luce accesa. 



Poi, mettete l'impasto così coperto in frigo per 10-12 ore.
Passato questo tempo, toglietelo dal frigo e lasciatelo almeno un'ora a temperatura ambiente.
Nel frattempo preriscaldate il forno a 220°C.
Porzionate l'impasto in tre parti e suddivitelo in teglia.
Spennellate con olio extravergine di oliva la superficie della teglia per pizza e con le mani ben oleate stendetelo, piuttosto fine. 
Lasciate ri-lievitare l'impasto un'ora e mezza a temperatura ambiente.
Trascorso il tempo necessario, spennellate con olio extravergine d'oliva ligure DOP, cospargete di sale grosso e infornate.
Lasciate cuocere  finchè sia ben dorata, almeno 25 minuti in forno ben caldo.
Una volta cotta, lasciate raffreddare e porzionate la pizza in rettangoli.
Gustatela in purezza o farcita come volete, con i salumi, ma anche con cioccolato .


Bon appetit!