venerdì 4 settembre 2015

Pancakes semi-integrali con lievito madre senza glutine senza lattosio senza proteine del latte senza uova senza soja senza saccarosio vegan

"Hercule Poirot sorrise... il sorriso di soddisfazione di un gatto che si è leccato tutto un piattino di latte"
(La Sagra del Delitto, Agatha Christie)

La mia voce a bitchy ed io siamo malaticce.
I nostri dialoghi si svolgono di fronte a tazze fumanti di tisane, di vicks flu e colpi tosse. 
Lei ha dovuto mettere da parte le sue amate Gauloises e anche i Montecristo, non le è rimasto che il boa di struzzo... e me.
E' molto prostrata.
Invece di parlare, io tossisco in ogni modo, in  ogni luogo, in ogni lago.
Persino Betty, la mia micia adorata, non riconosce più la mia voce e mi guarda pensando "Alieno che ti sei impadronito della MIA umana, esci immediatamente da quel corpo!"
Ciliegina sulla torta, odio il sapore del vicks flu, ma riconosco che fa davvero bene.
"Come diceva tuo nonno Mario? Se una medicina non è cattiva, non fa bene. Quindi, bevi tutto e non far scherzi!" mi apostrofa la mia voce a bitchy.
"Acc..." ribatto a mezza voce.
Ma come ha fatto a capire che volevo eliminare metà del contenuto nel lavandino???
Vista la situazione, per consolarmi che c'è di meglio di pensare a qualcosa di goloso?
Oggi, poi, è venerdì ed è di nuovo #GFFD.


Visto poi l'avvicinarsi del fine settimana, come non proporre questa fantastica ma facilissima ricetta, con tanti tanti senza, adatta a tutti? Et voilà!
L'ispirazione per questa ricetta è venuta da una ricetta glutinosa presente in Practical Stewardship.

Pancakes semi-integrali 
con lievito madre senza glutine senza lattosio senza proteine del latte senza uova senza soja 
senza saccarosio vegan
Semi - whole Sourdough Pancakes
gluten free dairy free milkproteins free egg free
sucrose free vegan


Ingredienti
per 15 pancakes grandi o 30 piccole

250 g di lievito madre non rinfrescato - in esubero
200 g di farina senza glutine senza lattosio Multiuso Mulino Rossetto
200 g di farina senza glutine senza lattosio Brot Mix Schaer
300 ml di acqua tiepida
800 ml di latte di riso senza glutine senza lattosio tiepido
50 ml di olio di riso più un cucchiaino
45 ml di sciroppo d'agave bio senza glutine
7 g di sale fino
5 g di bicarbonato di soda
2 g di vanilla bourbon in polvere *

Per guarnire
sciroppo d'acero

ciotola, frusta, caraffa graduata, leccapentola, padella per pancakes, paletta, mestolo, piatto da portata

Questa ricetta può essere fatta senza o con la planetaria Kenwood, che uso per gli impasti.

* ancora una volta ricordo che: per i celiaci e le persone gluten sensitive bisogna accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009, da D.L 111/1992,  e nota del Ministero della Salute prot. 600.12/A32/2861. Inoltre, per ulteriori informazioni leggere anche qui e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni. Per il lattosio e le proteine del latte controllare sempre le etichette e le diciture in esse presenti.

Procedimento

In una ciotola capiente, ho pesato il lievito madre in esubero e le farine.
In una caraffa graduata, ho mescolato l'acqua con il latte di riso.
Ho aggiunto gradualmente la miscela di latte di riso e acqua al mix di farine e lievito madre, mescolando contemporaneamente con la frusta.
Una volta amalgamato il tutto, ho aggiunto l'olio di riso e lo sciroppo d'agave e ho mescolato ancora.
Infine ho aggiunto il sale, il bicarbonato di sodio e la vanilla bourbon e ho mescolato ancora.
Ho fatto riposare il composto 1 ora circa.
Volendo, il composto può anche essere fatto riposare 1 notte in frigo e poi 1 ora a temperatura ambiente il giorno dopo.


Trascorso questo tempo, ho messo un cucchiaino di riso nella padella per le pancakes e con lo scottex ho asciugato bene.
Ho fatto scaldare la padella sulla fiamma media.
Una volta calda, ho messo un mestolo di composto nella padella.
Ho atteso che si formassero le bolle e, poi, con la paletta ho voltato la pancake per farla cuocere sull'altro lato, circa due minuti o finchè è ben colorita.
Una volta cotta, l'ho messa nel piatto di portata.
Ho ripetuto questi passi fino al termine dell'impasto.
Ho servito le pancakes con lo sciroppo d'acero in purezza e delle pesche bianche. 
Ma possono essere servite con lo yogurt, i frutti di bosco o la cioccolata - come fa sempre il mio uomo piccolo.


Non c'è niente da fare...le pancakes sono la coccola del fine settimana più buona che c'è!

Per me, le pancakes sono il ricordo della mia permanenza in California e ad esse abbino la lettura di qualsiasi grande classico del giallo, ma Il Falcone Maltese di Dashiell Hammett è perfetto...anche nella sua versione cinematografica.

Last but not least, con queste pancakes partecipo a Panissimo #33, ospitato da una delle sue mamme Sandra di SonoIoSandra, che assieme a Barbara ha ideato Panissimo.



Buon fine settimana



27 commenti:

  1. Ricetta facilissima, velocissima (a parte il far riposare l'impasto, ma basta prepararlo la sera prima e la mattina è bello pronto!) e di sicuro buonissima, da provare prima di subito! :-)
    Ps: nota tecnica da "editor": nella lista degli ingredienti hai scritto "800 ml di riso", mentre nel procedimento si nomina il latte di riso.
    Ciao!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si vede che sto male! :-D più refusi del solito!!!

      Elimina
  2. Fabi, lo sai, adoro le ricette con tanti "senza" e questa è davvero speciale! Le foto parlano da sole...non resta che provarla!!! :-D Baci e... rimettiti presto! Leti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me, invece, con non troppi senza. Ma devono essere buoni. Se vi va possiamo seguirci reciprocamente su Blogspot e anche su reti sociali come Pinterest, Facebook e NetworkedBlogs.

      Elimina
  3. Sai che io mi stupisco sempre quando vedo le vostre ricette "senza" che sono così belle e ben riuscite da sembrare con? Uhmm discorso complicato ma spero che tu abbia capito :) Brava Fabiana. Spero ti rimetterai in frettissima, mi hai fatto ridere con il tuo racconto Io mi sono beccata il virus intestinale, quello che ti fa andare in bagno "da ogni luogo, ogni mare, ogni lago" ... non so se mi spiego ma anche il tuo di virus non scherza una mazza! Buon fine settimana e un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho capito perfettamente Terry cara e ti ringrazio tanto. <3 Buona domenica e spero tu stia davvero meglio

      Elimina
  4. Concordo pienamente....le pancakes sono la coccola del fine settimana più buona che c'è!
    Io ancora presa tra l'andare e venire con Jesolo me le godrò con vista mare anche se il we non si prospetta bellissimo. Mi congratulo per i tuoi tanti senza che producono un'ottimo risultato, anch'io preferisco con solo sciroppo d'acero ma non disdegno nessuna delle altre tante possibilità, soprattutto cioccolato!!!
    Tantissimi auguri di velocissima ripresa e attenzione al fresco venticello di questo venerdì sera che non promette niente di buono!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Laura buon mare allora. Oggi splende il sole, dopo la grandinata di ieri.
      Sto meglio, anzi stiamo meglio sia io sia la mia voce a bitchy :-D

      Elimina
  5. Spero ti riprenderai presto,un grande abbraccio.
    Colazione con pancakes......che c'è di meglio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima!
      Le pancakes al mattino sono troppo buone e infatti anche la colazione domenicale di oggi aveva le pancakes, ma con un'altra ricetta ;-)

      Elimina
  6. Nonostante il tuo malessere riesce a preparare queste buonissime coccole del mattino!
    Ti ammiro per la tua creatività, riesci sempre a sorprendermi con le tue ricette con tanti senza.
    Ti auguro buona guarigione, a presto!
    Maria Teresa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 <3 <3 Maria Teresa grazie!
      Ma ho ancora tanto tanto da imparare e anche da cucinare.
      Baci

      Elimina
  7. rimettiti presto, anche io sono malaticcia da qualche giorno, lo stress mi attanaglia lo stomaco e il cibo mi nausea, spero passi presto, vorrei gustare tanti buoi piatti e questi pancakes a colazione sarebbero perfetti ! Buon we, un bacione

    RispondiElimina
  8. ehhh la peppa!!! ma sai che non sapevo si facessero anche con LM? sono bellissimi e sembrano anche tanto golosi! bravissima tu e la tua voce bitchy, baci e buon we

    RispondiElimina
  9. Ciao Faby! Ti scrivo qui perchè non riesco attraverso mail. Adoro il tuo blog e mi piacerebbe tanto riprodurre una delle tue ricette riguardanti i pani dolci (brioche, pane al cioccolato, ecc) Ma il mio problema è che non ho un impastratrice a macchina, ma solo quello manuale con fruste a spirale. Come mi devo regolare con gli impasti? Quanto tempo devo impastare? 1 ora come con l'impastatrice? Aiuto! Grazie. Elena

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Elena, spero che tu legga.
      Le mie ricette le puoi anche fare manualmente, ovvero con le tue manine. Certo gli impasti saranno un po' più difficili da maneggiare, ma non impossibili. L'importante è ricordare che non devi lavorarli con le mani nelle prime fasi, ma con un leccapentola o con un cucchiaio. E nel mescolare ci vorrà un pochino di tempo in più rispetto alla planetaria. Per le pancakes, le crepes e altro, una ciotola, una frusta e forza di braccia sono gli attrezzi necessari. Per ogni eventualità scrivimi pure. Buon fine settimana

      Elimina
    2. Ok ti ringrazio. Più o meno secondo te quanto dovrei lavorarli a mano? Intendo gli impasti di pan brioche, che non sono mai riuscita a fare. Grazie mille se mi risponderai. Un bacione!

      Elimina
    3. Gli impasti senza glutine li devi lavorare quel tanto che basta ad ottenere un composto liscio, amalgamato e senza grumi. Sono molto molto idratati, quindi la loro manovrabilità è diversa da quello di un impasto con glutine.
      Però, dopo la prima lievitazione, con una spatola e un piano infarinato si riesce a dare le pieghe e a fare una seconda lievitazione.
      Ti ricordo che la riuscita della ricetta dipende dai mix che usi, perchè non sono tutti uguali e non si idratano nello stesso modo e la condizione essenziale per gli impasti senza glutine è essere ben idratati per garantire una ottimale lievitazione

      Elimina
  10. Povera la mia Fabialiena! Tra un sorriso pensando al gatto soddisfatto che si lecca i baffetti e la lettura del tuo post simpatico come sempre.... penso tra me e me che nonostante tutto riesci a trovare sempre uno spunto allegro, in tutte le situazioni. E ti adoro per questo... e mi fai venir voglia di pancake! Delicious!!!! (hahahaha)!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buona domenica carissima! oggi per pranzo pomodori col riso, ma alla romana, come li faceva il nonno e come li fa la mamma.
      E per colazione ci siamo concessi di nuovo le pancakes, ma con un'altra ricetta ;-)
      Besos

      Elimina
  11. Sei sempre troppo brava !
    Buona serata e buona settimana
    Mandi

    RispondiElimina
  12. Golosissimi, a quest'ora li avrei davvero graditi...
    Spero ormai tu stia meglio!!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  13. Bravissima con il lievito madre... questa ricetta la copio subito, da fare, grazie!!!!!

    RispondiElimina
  14. Ciao Fabi, come stai? Spero meglio, ti capisco sai anche io ogni tanto prendo delle infreddature da "alieno".... ottimi i tuoi pancakes senza, sei sempre un mago. Bacioni

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D