mercoledì 4 gennaio 2012

E le renne??? Mangiate tutte...a colazione, con il tè alle cinque, con il caffè delle due...senza glutine, senza latte vaccino e soprattutto senza pentimenti!


Il primo post di questo nuovo anno!

Che in realtà avrebbe dovuto essere pubblicato prima, ma tra viaggi e viaggetti c'è stata una astinenza forzata dal computer, che debbo dire è stata anche rinvigorente!
In più, c'è stata anche una astinenza da cellulare...perchè il giorno della partenza per Salisburgo ho cambiato giacca, optando per un caldo e lungo piumino al posto del mio cappottino ed il cellulare è rimasto nella tasca del cappottino. E della sua assenza me ne sono accorta a Villach o giù di lì...ma con moltissima tranquillità!
E per iniziare questo nuovo anno cosa c'è di meglio di una bellissima poesia? E con estremo piacere condivido quindi i versi che Rita (http://www.e-citazioni.com/)

Vi auguro sogni

Vi auguro sogni
a non finire
la voglia furiosa
di realizzarne qualcuno
vi auguro di amare
ciò che si deve amare
e di dimenticare
ciò che si deve dimenticare
vi auguro passioni
vi auguro silenzi
vi auguro il canto degli uccelli
al risveglio
e risate di bambini
vi auguro di resistere
all’affondamento,
all’indifferenza,
alle virtù negative
della nostra epoca.
Vi auguro soprattutto
di essere voi stessi.
(Jacques R. G. Brel)

Stamattina, per diversi motivi impossibilitata a fare altro, mi sono letta parecchi cosucce interessanti e questa è stata un colpo al cuore.
Quest'anno non ho "biscottato" assai, né con né senza glutine, ma Ale mi ha chiesto più e più volte di fare i biscotti con le formine e quindi prima di Natale, tra un impegno scolastico e l'altro abbiamo fatto insieme questi biscotti.

Le formine sono sia quelle comperate a Copenaghen (mon amour) due anni fa sia quelle comperate questa estate a Vipiteno in un bellissimo negozio di casalinghi.


**La ricetta è quella della pastafrolla che ho usato per la Crostata di mele dell'Alto Adige, senza glutine e senza latte vaccino.

Ma ho fatto due variazioni - altrimenti che chaltron woman sarei! Nel chaltron style esistono variazioni e non errori.

Numero 1: ho impastato in una giornata umidissima, pioveva a dirotto e per i biscotti ciò è deleterio
Numero 2: ho messo un uovo intero al posto di un tuorlo.
Quindi, tra l'umidità e l'albume sembrava che questa frolla non "frollasse", ma piuttosto che buttar via tutto l'ho stesa lo stesso.

La decorazione con i granelli di zucchero alla vaniglia è la terza variazione! 
Ma questa è un po' stylish ;-). 
Lo spunto l'ho preso da una ricetta presente sul blog di Cristina, Vissi d'arte e di cucina
Siccome volevo vestire a festa questi biscotti, con gli albumi ho spennellato la loro superficie e l'ho ricoperta con questi grani di zucchero aromatizzati alla vaniglia (sempre senza glutine, ma comperati chissà dove e quando, per fortuna che sul barattolo di vetro che li conservava avevo, chissà come mai, attaccato l'etichetta originale). Oltre ad un profumo meraviglioso, gli hanno regalato un vestito festoso.
Tecnicamente...teoricamente...avrebbero dovuto durare fino al 24 dicembre, considerato che erano al sicuro in scatole di latta perfettamente chiuse e che erano comunque in numero cospicuo...
Praticamente...sono stati spazzolati! Letteralmente...roba che neanche il Folletto nei suoi anni migliori...
Avrei voluto rifarli, ma tra partenze, arrivi, partenze e arrivi e finalmente ritorni...rien da faire.
Bè...in effetti...per l'Epifania si potrebbe...chissà...intanto mi concedo un buon caffè e poi via di pulizie (e per fortuna che gli idraulici han lasciato tutto in ottime condizioni)!


Buona merenda!
** per gli ingredienti controllare sempre che sia presente la SPIGA SBARRATA o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE  come da regolamento CE 41/2009

E un po' di musica...
From a whisper to a scream...
A taste of Honey

10 commenti:

  1. Ciao Fabi!!! per prima cosa volevo ringraziarti per questa poesia che rispecchia molto il mio stato d'animo ... e per la bella musica che hai proposto...e non per ultimo per i vostri biscottini... tra l'altro anch'io è un pò che non biscotto... :-)
    un bacio a presto
    Pippi

    RispondiElimina
  2. ma tu mi tenti! I biscotti non sono mai stati il mio forte ma chi lo sa, potrei sempre riprovare.

    RispondiElimina
  3. che bel post davvero..per la canzone.. per il testo.. e per questi biscottini ovvio! a presto cara
    baciotti
    luisa

    RispondiElimina
  4. @ Laura grazie per il commento, biscottare fa bene all'anima (magari al girovita un po' meno, ma adesso è il carovita che ci preoccupa di più)
    @ Dede tu sei the best of the chaltron women e sai sempre stupire con effetti speciali...e se non ti vengono, te li porto, anzi te li portiamo io ed i miei due uomini...tanto ho anche le formine in tema pasquale e marino...per non essere mai fuori tema ;-)

    RispondiElimina
  5. @ Luisa grazie! a volte basta poco davvero per regalare e regalarci una piccola felicità

    RispondiElimina
  6. * Proprio a Natale i nipotini mi hanno regalato delle formine... pensi che volevano suggerirmi di farne con loro???
    In effetti di biscotti insieme non ne abbiamo ancora mai fatti, approfitteremo di questi ultimi giorni di vacanza per cimentarci.
    * Grazie per la bellissima continuazione alla favola Follie di capodanno.
    *Un salutone speciale al mio nuovo lettore Fabio.
    Un abbraccio
    nonnAnna

    RispondiElimina
  7. @ NonnaAnna ricambio molto volentieri l'abbraccio e buoni biscotti :-)

    RispondiElimina
  8. oh, ma povere renne!! :-))
    buona continuazione per questo anno che comunque vada sarà sicuramente un po' bislacco...! Ce la faremo!^^

    RispondiElimina
  9. La poesia di Brel è bellissima, da giovane ha scritto anche dei bellissimi testi per canzoni, grazie.
    Buona notte
    Mandi

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D