mercoledì 12 febbraio 2014

Starbucks Pumpkin bread senza glutine senza lattosio senza proteine del latte ... Starbucks Pumpkin Bread gluten free dairy free milk proteins free

Sottitolo: se la routine quotidiana ci tira giù, una buona colazione può tirarci su

Chi non è meteoropatico, alzi la mano!
Purtroppo, io lo sono...temo per colpa del mio ménage à trois con il trigemino e l'emicrania, che mi avvertono molto tempo prima che il tempo sta cambiando.
Ci ho provato a spiegare loro che ci sono i meteorologi per questo, sia in TV sia via internet...ma niente da fare! Vogliono avere l'anteprima assoluta!
Contenti loro, io sempre meno...
Decisamente non sono una donna da cinquanta sfumature o giù di lì, perchè il mènage à trois non mi piace affatto.
"ultimamente ti dimentichi di me, a quanto pare..." dice la voce a.
"Ci provo con tutte le mie forze, però tra le piume che perdi e le volute di fumo mi ricordi che ancora ci sei...però un pochino ti sei rammollita, visto che ultimamente mentre cucino sei in silenzio...o quasi" le rispondo.
"Macchè rammollita! E' tutta colpa della pioggia...eppoi le Gauloises non sono più quelle di una volta..." ribatte la voce a, acidamente sconsolata.
"Ehm... tu non hai mai fumato Gauloises... anzi dovresti proprio smettere di fumare!" le rispondo.
Cambiando discorso, mentre si accende l'ennesima sigaretta, la voce a mi stende con una delle sue raffiche: "Ma non dovevi fare un'altra ricetta per tirarti su il morale? ... Stavolta ci metti le spezie? Ma sei sicura? ... Se sei così spesso in cucina, sei davvero tanto preoccupata, eh... ma perchè? 
... Lo sai che in fondo ti voglio bene e non ti lascerò mai..."
Lo riconosco... ho un alter ego davvero bitchy... dotato di fascino, ma bitchy...

Comunque, visto che la pioggia ci continua a far compagnia, anche se ad intermittenza, sempre per restare in tema di "cucinare un raggio di sole", ecco un'altra ricetta, facile, buona, con ingredienti sani, che mi aiuta a nutrire il sorriso, nonostante tutto.
Ho preso ispirazione da questa ricetta e l'ho ovviamente rielaborata

Starbucks Pumpkin bread 
senza glutine senza lattosio senza proteine del latte
Starbucks Pumpkin  Bread 
gluten free dairy milk proteins free





Ingredienti
per uno stampo 20x10 cm

140 g di farina integrale senza glutine senza lattosio senza proteine del latte WERZ #
60 g di farina di grano saraceno # 
40 g di farina di quinoa #
1 bustina di lievito cremor tartaro+bicarbonato già miscelati senza glutine, vegan e bio # § ***
2 uova extrafresche grandi cat. 0 (peso con guscio tra 63 g e 73 g)
130 g di zucchero di canna integrale equosolidale §*
200 g di zucca tonda bio cotta al vapore
100 g di yogurt di soja bio senza glutine senza lattosio senza proteine del latte  #
60 g di olio di riso § **
1 cucchiaino da the di vanilla bourbon #
2 cucchiaini da the di pumpkin spice mix (pimento, noce moscata, zenzero e cannella in proporzioni variabili) #
50 g di cranberries secchi e di bacche di goji # § ****

carta da forno

#per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009 e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni





Procedimento

Preriscaldare il forno a 180 °C.
Pesare le farine e miscelarle con il lievito.
Nella ciotola della planetaria ho messo le uova intere e lo zucchero di canna integrale e con la frusta a K ho mescolato. 
Poi, ho aggiunto lo yogurt e la purea di zucca e ho mescolato ancora.
Successivamente ho aggiunto l'olio di riso, la vanilla bourbon ed il pumpkin spice mix e ho mescolato ancora.
Ho poi aggiunto le farine miscelate con il lievito e ho mescolato ancora.
Ho messo l'impasto nello stampo e ho sparso i cranberries e le bacche di goji sulla superficie dell'impasto.
Ho infornato in forno caldo a 180 °C  e ho fatto cuocere il dolce per 50 minuti. Dopo 30 minuti ho però coperto la superficie del dolce con della carta argentata, per evitare che la frutta bruciasse (meglio farlo  anche prima ;-) ). Ho comunque fatto la prova stecchino.
E' bene ricordare che ogni forno è a sè, quindi va controllata la cottura sulla base del proprio forno.
Spento il forno ho lasciato  raffreddare il cake per 5 minuti al suo interno e dopo l'ho sformato e messo a raffreddare su una gratella per dolci.

Non è un vero dolce, ma proprio un quick bread dolce adattato al mattino o ad un brunch. La zucca e le farine integrali gli danno uno splendido colore e la zucca gli dà anche una giusta umidità. Le spezie sono un valore aggiunto: profumi splendidi e gusto, una sferzata di energia...per non parlare dei cranberries e delle bacche di goji.



§ Adesso vi spiego perchè utilizzo questi ingredienti
*Perchè lo zucchero di canna integrale muscovado da commercio equo e solidale?
Lo zucchero di canna integrale o grezzo  muscovado è uno zucchero di canna dal colore scuro, umido e con un forte aroma; è anche conosciuto come zucchero delle Barbados, anche se attualmente i maggiori produttori di Muscovado sono le Isole Filippine. E' prodotto tramite un procedimento tradizionale e in tal modo mantiene i sali minerali originali. In altre parole, non è uno zucchero che fornisce solo calorie vuote, necessarie al metabolismo energetico.
** Perchè l'utilizzo dell'olio di riso? 
L'olio di riso è un prodotto eccellente, ha un sapore neutro e ha notevoli proprietà benefiche, dovute alla presenza di tocoferoli, acidi grassi mono insaturi e polinsaturi; tali proprietà sono: antiossidanti, antinfiammatorie, ipocolesterolemizzanti e ipotrigliceridemizzanti. Inoltre, è ottimo per la prevenzione delle malattie cardiovascolari. Sarebbe meglio consumarlo a crudo, però considerato il suo elevato punto di fumo e la sua resistenza all'ossidazione, è anche ottimo per la frittura. Infatti lo uso spesso anche per le poche fritture che ci concediamo.  
Molto importante è anche la presenza di gamma orizanolo, che contribuisce alle benefiche proprietà dell'olio, e, quando fu scoperto, era anche utilizzato per la cura degli stati d'ansia.
Contiene vitamina E.
A differenza di altri oli vegetali, escluso l'olio extravergine di oliva che merita un discorso a parte, la presenza di acidi omega 6, soprattutto di precursori della cosiddetta cascata infiammatoria, non è elevata nell'olio di riso. 
Considerare ciò potrebbe essere importante, soprattutto per chi soffre di malattie infiammatorie croniche o autoimmuni (ecco perchè lo prediligo ;-) ).
***Perchè uso il lievito cremor tartaro - bicarbonato di sodio? La vecchia dose delle nonne, il primissimo lievito chimico inventato...
Non lo uso solo perchè è bio, perchè è garantito senza glutine, adatto ai vegan, lo uso soprattutto perchè i fosfati contenuti nei lieviti chimici contribuiscono alla quota di fosforo che ogni giorno ingeriamo con gli altri alimenti e quindi al superamento della soglia di sicurezza fissata, oltre la quale ci possono essere effetti collaterali poco simpatici. Per esempio, se i prodotti lievitati sono consumati dai bimbi, sarebbe meglio evitare il lievito chimico con i fosfati (ecco perchè lo prediligo ;-) ).
**** Perchè uso le bacche di goji? Le bacche di goji sono considerati alicamenti, cioè sono alimenti che contengono una elevata concentrazione di alcuni composti, i quali possono avere una funzione preventiva nei confronti di diverse patologie. Queste bacche provenienti dalla Mongolia sono chiamate anche frutto della longevità; contengono infatti macro e micronutrienti importanti per la salute umana. Sono ricche di vitamina C e vitamina E, le quali aiutano l'organismo a superare gli stress ossidativi; hanno una elevata concentrazione di potassio e magnesio e quindi aiutano il benessere muscolare; contengono discrete quantità di rame, fosforo, manganese e ferro che aiutano la regolazione del metabolismo energetico. Sono una buona fonte di acidi grassi omega 3 e omega 6. 
Sono una ottima fonte di germanio, un antiossidante utile e un ottimo coadiuvante per la remissione dell'artrite reumatoide, per l'ipertensione e per alcune allergie.
Appartenendo alla famiglia delle solanacee, sono sconsigliate per chi è allergico o intollerante al pomodoro e alle altre solanacee. Sono anche sconsigliate per chi è sotto terapia anticoagulante. Inoltre, la dose per i bambini deve essere notevolmente diminuite rispetto a quella degli adulti (ordine di 1-3 cucchiaini massimo al giorno).
Come riporta il sito My personal trainer: "La Commissione Europea per la vigilanza sulla sicurezza alimentare ha definito sicuro il consumo delle bacche di goji, come ingrediente alimentare. In Italia, il Ministero della Salute indica il Goji (Lycium Barbarum L.) nella lista degli estratti vegetali impiegabili, come integratore "antiossidante" (decreto legislativo 21 maggio 2004, n. 169)."
(Fonti: bibliografia personale, mypersonaltrainer.it, Ministero della Salute, articolo della dott.ssa Valentina Venanzi, bacche di goji.com)

Con questo dolce partecipo al contest di Andante con Gusto E' senza? E' buono! in collaborazione con Pamirilla di Io porto il dolce nella categoria Prodotti per la colazione

12 commenti:

  1. SPLENDIDO! tutti gli ingredienti invitano all'assaggio: un pane sano e buono per una colazione energetica.
    Il mal di testa è un gran brutto compagno di viaggio - partecipo con spirito amicale alla tua sofferenza.

    RispondiElimina
  2. È veramente splendido e chissà quanto buono sarà.
    Buon pomeriggio cara Fabi.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. è bellerrima! gran bel colore, mi piace anche l'uso della quinoa, mi ci devo abituare però perchè ancora non so usarla bene, ma qui ho dove scopiazzare! le bacche di goji!! le adoro! mi hai fatto ricordare che devo riordinarle :-) bacioni

    RispondiElimina
  4. E ancora una volta lo stupore per la vista di dolci meravigliosi nonostante i tanti senza!

    RispondiElimina
  5. Ciao Fabi, io sono come te, meteoropatica al massimo! Oggi è stato bello e sono stata benissimo, domani hanno previsto pioggia e quindi comincio ad accusare disturbetti vari... Ma si può? Mi consolo con la tua bella torta, sarà anche "senza" ma ha un colore meraviglioso. Bacioni a presto

    RispondiElimina
  6. @ Valentina confermo la bontà, speziato e umido e molto gustoso :-D
    @ Eugenia purtroppo i miei due compagni di viaggio con il tempo meteorologico si fanno sentire alla grande, ma nonostante loro il sorriso non manca! :-D
    @ Tomaso buona giornata a te caro Tomaso!
    @ Sonia la quinoa la sto provando sempre più spesso e la ricomprerò di certo ;-)
    @ Stefania Forno Star è vero,anzi verissimo! proprio ieri sulla mia pagina di Facebook abbiamo discusso di questo, ovvero del fatto che SENZA tanti ingredienti non vuol dire affatto SENZA GUSTO! Anzi :-D
    @ Carla purtroppo i disturbi vengono con molto preavviso, a volte,perchè magari basta anche solo un cambio di pressione atmosferica. Finchè risolvo con i medicinali per curare i due compagni di viaggio, tengo botta, però :-D
    La torta è consolatoria e il colore della zucca fa davvero sentire il sole :-D
    @ Tutti: a rileggerci presto sempre tra ricette, pensieri e sorrisi :-D

    RispondiElimina
  7. Da questa mattina ho un mal di testa pazzesco... fuori pioviggina!!! Voglio la primaveraaaa!!
    Poptrei consolarmi con una fettina di questa meraviglia... magari :)
    Un bacione cara e complimenti!!!

    RispondiElimina
  8. Ha un aspetto meraviglioso, complimenti!!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Molto interessante quello che racconti del grano saraceno...mi piace molto e lo uso spesso....il pane sembra golosissimo!!!
    Un abbraccione!!!

    RispondiElimina
  10. @ Lory a me tocca stasera purtroppo :-( Ma ci consoliamo sempre per fortuna :-D
    @ Paola grazie cara!
    @ Pinko il grano saraceno ha delle grandi virtù e, a meno di non essere allergici, fa davvero bene e in vario modo.
    @ Tutte A rileggerci sempre col sorriso :-D

    RispondiElimina
  11. Carissima, le tue ricette sono davvero splendide, in particolare io amo il pain d'epices. Ho visto anche le altre ma ti devo chiedere un favore: da regolamento, il contest prevedere una partecipazione con massimo 4 ricette, una per categoria. Tu sei stata generosissima ma ho già 2 tue ricette per la colazione e 2 per i prodotti da forno. Sono in imbarazzo perché non so cosa fare, se spostare una delle ricette della colazione nella categoria di pasticceria fine da te, ma non si adattano benissimo. Devo purtroppo mettere due ricette fuori concorso e chiedo a te quali preferisci lasciare in gara, e magari se avrai voglia di partecipare con altre, di scegliere qualcosa nelle categorie che non hai ancora trattato. Scusami ma dobbiamo fare così anche per fare in modo che le ricette non siano tutte in un'unica categoria (come per altro sta succedendo). Scrivimi così ne parliamo in pvt. Un forte abbraccio e a presto.

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D