venerdì 8 novembre 2013

Pollo alle mandorle senza lattosio senza glutine senza latte vaccino Chicken with almonds gluten free dairy free cow milk free...tutto questo per il 100%Gluten free(fri)day

Il sottotitolo di questo posto avrebbe potuto essere:

Quando la contaminazione fa bene...

Finalmente un nuovo post sul blog!
Purtroppo, oltre al solito caos quotidiano, diverse cose belle e brutte mi hanno tenuto lontana:
  •  ho ancora caos per casa, perchè la stanza del cucciolo non è finita
  • abbiamo festeggiato il compleanno del cucciolo con pochi intimi, ma ci devono ancora essere ulteriori festeggiamenti
  • contemporaneamente a ciò, sono arrivati i nonni da Roma
  • a questo va sommato l'arrivo della micina
  • dulcis in fundo...i preparativi per la festa di San Martino il prossimo fine settimana.
Quando arrivano le vacanze di Natale???

La ricetta che propongo oggi è esente da contaminazioni primarie e crociate (cross contaminazioni), ma è piena di contaminazioni culturali, che l'hanno resa un cavallo di battaglia, visto che l'ho fatta e rifatta.
Ecco a voi la versione contaminata o fusion, che dir si voglia del

POLLO ALLE MANDORLE SENZA LATTOSIO SENZA GLUTINE SENZA LATTE VACCINO
CHICKEN WITH ALMONDS GLUTEN FREE DAIRY FREE COW MILK FREE


Ingredienti (per 6 persone)

300 g di petto di pollo da fare a dadini
300 g di cosce o sovracosce di pollo, disossate e spellate, da fare a dadini
200 g di mandorle sgusciate e pelate #
fecola di patate (oppure maizena, nono sono equivalenti, ma è facile averne in dispensa ;-) ) #
salsa di soja senza glutine #
sumac #
cannella# un pizzico soltanto
grappa monivitigno Lagrein o quella che preferite
olio di riso
1 cipolla  bio di grandezza media

per accompagnare
riso Long & Wild fior fiore Coop
chiodi di garofano
sale

#per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009 e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni.

Procedimento
La prima volta che ho preparato questo piatto è stato questo agosto per il consueto pranzo degli Highlanders, ovvero per i colleghi del laboratorio le cui ferie sono generalmente lontane. Di solito tale pranzo ha luogo prima della settimana di chiusura per Ferragosto. Ognuno porta qualcosa...come sempre accade che c'è da mangiare per la festa e per i tre giorni successivi. Quando facciamo le cose, le facciamo per bene! Di solito porto qualcosa che non solo contenga i miei SENZA  - glutine, lattosio e latte vaccino -, ma anche altri. Inoltre, arrivando sempre sul fil rouge a preparare le pietanze , preparo cose veloci ed anche facilmente replicabili anche da chi è glutinoso... Tanto per far capire ai glutinosi che il mondo dei SENZA è comunque facile da approcciare e riserva infinite e meravigliose sorprese buonissime!
Eppoi, mi piace mescolare diversi profumi, diverse cucine all'interno di un piatto...ed ecco la fusion!

Prima cosa, metto a cuocere nella pentola a pressione il riso long and wild  - invece del basmati, quindi cambio di continente ;-) -  in acqua salata e con qualche chiodo di garofano. Solitamente dieci minuti sono sufficienti.
L'acqua deve essere quasi due dita sopra il riso. 
Poi taglio a dadini il petto di pollo, poi disosso e spello le cosce/le sovracosce e le taglio a dadini. Passo tutti i dadini nella fecola o nella maizena.
Poi trito con il robot la cipolla. Ho usato la cipolla perchè una mia collega è allergica all'aglio. Il risultato è stato assolutamente convincente.
Nel wok faccio imbiondire con un po' di olio di riso la cipolla tritata finemente; aggiungo la polpa a dadini di cosce/sovracosce, salto e dopo qualche minuto aggiungo il petto di pollo, che cuoce prima e che se cuoce troppo diventa stopposo.
Dopo qualche minuto aggiungo la grappa monovitigno di Lagrein...l'Oriente che si fonde con le tradizioni settentrion-italiche!
Non avendo sakè, ho aggiunto la grappa per rendere ancora più profumato il pollo e anche per togliere un eccesso di unto.
Nel frattempo le mandorle pelate sono in forno a tostare.
Dopo la grappa, un pizzico di cannella -  ma un pizzico davvero! - , sumac a piacimento e infine salsa di soja senza glutine.



 Non serve il sale.
Porto a fine cottura nel wok, dopo aver aggiungo anche le mandorle pelate e tostate. 
Mentre il pollo cuoce, il riso è pronto e quindi lo scolo, passo velocemente sotto l'acqua corrente, tolgo i chiodi di garofano e aggiungo uno-due cucchiai di olio di riso per tenerlo ben sgranato.
Una volta cotto il pollo, impiatto entrambi e ...si mangia!!!
Visto il successo avuto al pranzo degli Highlanders, l'ho fatto e rifatto...e nessuno crederebbe che è senza glutine, senza lattosio e senza latte vaccino ;-)

Con questa ricetta inauguro su questo mio blog la partecipazione a 100% Gluten Free(fri)Day!
Una iniziativa che inizia oggi e non terminerà!
E' soprattutto un invito ai glutinosi, per far capire che con pochi accorgimenti e mettendo in atto comportamenti corretti in cucina - comportamenti facilissimi da imparare ;-) - si può cucinare SENZA e mangiare da re!
L'iniziativa parte dal blog comunitario Gluten free Travel & Living.


"Sicuramente tutti conoscete l'iniziativa, prima statunitense e poi europea e infine italiana, di adottare il lunedì come la giornata senza carne.
Pensando e ripensando, ci siamo dette che ci voleva una giornata di sensibilizzazione anche per il senza glutine."
"...la celiachia. Al principio, sembra la fine del mondo, della propria vita sociale e soprattutto della vita culinaria e invece per noi e per molti, è stato solo l'inizio.
Sì, l'inizio di una nuova vita, non sempre facile, ma sicuramente più consapevole, una vita sociale diversa, ma fatta di condivisione e soprattutto una vita culinaria nuova e arricchita da tanti nuovi cibi, altrimenti sconosciuti."
Quando ci si trova di fronte ad una intolleranza alimentare, più o meno grave, la prima cosa cui si pensa è il nulla...quando le intolleranze sono due la sensazione aumenta e si nutre dei tanti "ma non puoi mangiare proprio nulla???"
Non è così, si possono mangiare tantissimi cibi, basta avere fantasia ed entusiasmo!
Magari anche applicare poche semplici regole, ad esempio evitare le contaminazioni e organizzare una dispensa adeguata .
Inoltre, anche chi non ha intolleranze può comunque imparare ed approcciare il mondo dei SENZA con fantasia. 
Le regole sono semplicissime e le trovate  qui sul blog comunitario.
Quindi cari glutinosi che passarete a trovarmi e che siete dei maghi in cucina, partecipate numerosi, perchè è semplicissimo!
Magari scoprirete che siete bravissimi a cucinare SENZA ;-)
A rileggerci presto nella blogsfera e soprattutto arrivederci a venerdì prossimo
Buona giornata a tutti 

21 commenti:

  1. Davvero delizioso e con tutti ma tutti i sapori che il mio palato accoglierebbe a papille aperte :)
    Bravissima cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie mille <3 <3 <3
      se tu porti il dolce, io porto il secondo e il vino e ci incontriamo a metà strada, ti va?

      Elimina
  2. Beh, questo angolino gastronomico-culturale è proprio speciale ed unico. Amo le storie intorno al cibo, la storia, dare valore ad un piatto, c'è bisogno di dar valore alle cose, troppo sta andando perduto. Un bacio con schiocco :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. <3 <3 <3 te ne mando due di baci con lo scoppio come diceva il cucciolo quando era ancora un vero cucciolo!
      Un abbraccio <3

      Elimina
  3. ti adoro, i tuoi piatti sono sempre pieni di esperienze culinarie, gusti e amore che si fondono in maniera magnifica

    RispondiElimina
  4. Buon pomeriggio amica,
    passo per ringraziarti del gentile commento e lasciarti un cordialissimo saluto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Guardiano!
      io passo sempre a leggerti, oggi ho anche avuto il tempo di scrivere!

      Elimina
  5. Una ricetta che si presenta molto molto bene!
    Ed un grande augurio per il compleanno festeggiato in casa tua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Costantino soprattutto a nome del festeggiato!

      Elimina
  6. Molto carina quest'iniziativa...io non ho intolleranze ma mi capita di condividere il cibo, soprtutto i dolci , con chi ne ha, così ogni tanto cerco delle alternative...
    Il pollo è appetitosissimo!!
    Buon fine settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carissima Pinko, allora partecipa anche tu il prossimo venerdì! Hai delle ricette così belle :-)

      Elimina
  7. Mi piace il tuo entusiasmo e poi... guarda che risultati!! Bravissima cara molto appetitoso!!
    Un abbraccio, felice serata!!!

    RispondiElimina
  8. Una ricetta fantastica, bravissima!!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  9. Ciao Fabi, Natale arriverà sempre troppo tardi e durerà pochissimo, purtroppo! La tua ricetta è buonissima come sempre e adatta a tutti, un bacione a presto

    RispondiElimina
  10. sai che mi piaccono parecchio questi bocconcini di pollo contaminati senza contaminazioni?
    ma il sumac senza glutine, ando' lo trovi? oppure te lo fai?
    perché io delle spezie dei negozietti etnici mi fido poco, lo confesso...

    ma che bello questo gluten free (fri)day?!?!?!

    RispondiElimina
  11. E' un'ottima iniziativa e questa ricetta è davvero gustosa e salutare.Felice weekend

    RispondiElimina
  12. intanto augurissimi di cuore!!! bravissima per la ricetta succulenta e "senza" e complimenti a tutte per l'adesione! bacioni di cuore

    RispondiElimina
  13. Auguri in ritardo al festeggiato!!!!Piatto gustosissimo...da copiare.Ma ho capito bene è arrivata una gatta? Oh, che felicità!!!!Ciaoooooo

    RispondiElimina
  14. Immagino siano stati "sbafati" in un nano secondo!!

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D