giovedì 29 settembre 2011

Salad di pollo, finferli, fichi morbidi e fichi caramellati croccanti all'Aceto Balsamico Tradizionale di Modena senza glutine senza latte vaccino ... Chicken salad with chanterelles, soft figs and crunchy caramelized figs seasoned with Traditional Modena Balsamic Vinegar gluten free cow milk free...uff, ce l'ho fatta! ;-)

Come dice Gabriela, mia “amica di forum” su Universocucina, “ci sono lunedì che sono troppissimo lunedì...ma così può anche essere una settimana intera”.
Ecco! La mia è una settimana fatta di tanti “troppissimo lunedì”.
Oggi, giornata di lavoro stile trottola, con i miei fidi compagni –un raffreddore/congestione con mal di gola-, arrivare alle 19.30 in Piazzale Roma e guardare il bus 19 che è già stracolmo...dirigersi alla piazzola della linea 5 e “godere” di qualche bizarro pezzo di vita dei turisti...suona voyeristico, ma è una cosa di cui non si può fare a meno...
...intanto, una volta che il bus si ferma al capolinea i turisti a bordo hanno un ritardo nel loro tempo di reazione, manciate di secondi, sembra abbiano difficoltà a realizzare che quello è il capolinea, che bisogna scendere...non so se li lasci perplessi la nuova piazza, il fatto che il bus la percorra per buona parte della sua circolarità (per tornare nel senso di marcia che li porterà verso la terraferma) o se si aspettino di trovare l’acqua...che è solo qualche gradino più sotto...
...altra cosa strabiliante – che rende il medio e autoctono passeggero della linea 5, che non vede l’ora di andarsene a casa, piuttosto nervosetto – sono i bagagli: enormi valigie che sembrano armadi miniaturizzati – probabilmente dalla fantomatica pistola di Paperinik – che i turisti all’aeroporto sono riusciti non si sa come a mettere sul bus, ma farli scendere...una fatica erculea...stasera poi c’era una coppia nel pieno fulgore dei loro “anta”, lei anche acciaccata e loro, le valigie, ed il marito con tatuati in faccia tutti gli improperi possibili immaginabili in qualsiasi lingua conosciuta che tentava disperatamente di fare 5 passi 5 per scendere dal bus...il suo sguardo ha persino fulminato un ragazzo che voleva aiutarlo...che fosse anche per lui un martedì che è troppissimo lunedì???
Unica nota positiva del viaggio verso casa...prendere una stazione radio semisconosicuta e ascoltare della musica jazz...impagabile!

E con quella colonna sonora mi decido anche a postare il mio modesto contributo al contest delle (St)Renne indetto da Stefania , riguardante i fichi ed il senza glutine, che ha pubblicato oggi una bella ricetta con un'altro balsamico, non tradizionale ma di alta qualità.





Immaginatemi mentre dico stile puffo “Io Odio I Contest”...
Ho una profonda idiosincrasia per tutto quello che è gara/contest/premio in palio...che dipenda dal fatto che già per lavoro mi tocca fare concorsi e concorsi e similari che non li amo proprio???
Comunque, siccome questo riguarda il senza glutine, mi son detta “ma sì, dai, prova a dare il tuo chaltron contributo e alla via così...”
E allora eccomi qui!
La mia ricetta...inventata alla mia chaltron maniera e che avrei potuto chiamare anche le 3 Effe (finferli, fichi e fichi) o ancora più semplicemente Fabi Salad, ma un titolo così altisonante

  • a) fa molto foodblogger e 
  • b) suonava piuttosto carino


La difficoltà ve la esprimerei in kiwis (conoscete vero Arturo e Kiwi?), ma non ne esistono i multipli negativi...

Salad di pollo, finferli, fichi morbidi e fichi caramellati croccanti all'Aceto Balsamico 
Tradizionale di Modena 
senza glutine senza lattosio senza latte vaccino 
Chicken salad with chanterelles, soft figs and crunchy caramelized figs seasoned 
with Traditional Modena Balsamic Vinegar 
gluten free dairy free cow milk free



Le dosi misurate con metodo occhiometrico (per 4 persone)

280 gr di valeriana/songino (o soncino, sarset, valerianella, grassagallina, dolcetta...insomma quella! Io la compero bio in busta – completamente riciclabile nel compost- già lavata che lavo nuovamente ...tanto per essere sicuri) che è naturalmente SENZA GLUTINE
200-240 gr di petto di pollo da tagliare a cubetti, no OGM e naturalmente SENZA GLUTINE
240 gr di finferli (gialletti, galletti, gallinacci...insomma quelli) che sono naturalmente SENZA GLUTINE, ma vanno lavati molto bene e controllati che non presentino buchini, indice di possibili parassiti
90-120 gr di pecorino semistagionato DOP, fatto con latte crudo di pecora che è naturalmente SENZA GLUTINE
12 fichi freschi che sono naturalmente SENZA GLUTINE
120-150 gr di fichi secchi, non infarinati, ho usato quelli della Noberasco, non so se ci siano altre marche “certificate”, ma nella lista degli ingredienti c’erano solo fichi essicati, acqua ed E202 anidride solforosa.
Olio evo che è naturalmente SENZA GLUTINE
Sale che è naturalmente SENZA GLUTINE
Aceto Balsamico tradizionale di Modena IGP Giuseppe Giusti, che NON contiene caramello o coloranti o addensanti, ma solo mosto d’uva e aceto di vino e solfiti, tutto naturalmente SENZA GLUTINE.

§ per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE  come da regolamento CE 41/2009 e non dimenticare mai il discorso sulle tracce e cross-contaminazioni.


Procedimento ovvero come diamine ho fatto???

La cosa più lunga è stata controllare i finferli, lavarli, scottarli in acqua bollente cosicchè non perdessero profumo, ma fossero sicuri.
Dopo li ho saltati in padella con poco olio evo e sale.
Siccome tutti e tre amiamo i finferli ne avevo comperati parecchi e solo una piccola parte è stata utilizzata per questa insalata.
Ho tagliato il petto di pollo a cubetti e l’ho cotto croccante in padella con poco olio e sale.
Ho tagliato anche il pecorino a cubetti.
Dopo queste “difficili” operazioni ho dato il meglio di me nel “caramellare” i fichi secchi, tagliati a listarelle, con l’aceto balsamico.
Come dicevo, non so se ci sono fichi secchi “certificati”, in commercio se ne trovano sia infarinati sia non.
Quelli della Noberasco erano morbidi e assolutamente non infarinati.
In alcuni loro prodotti usavano il frumento, ma nella lista degli ingredienti esso attualmente non compare.
Nei loro stabilimenti processano frutta a guscio e frutta secca, prodotti che possono contenere allergeni.
Per il discorso cross-contaminazioni io vi rimando al solito link e calcolarice alla mano si possono calcolare le tracce (se qualche celiaco lo fa oltre me alzi la mano :-D)
Poi ho sbucciato e tagliato i fichi freschi.
Infine ho assemblato il piatto: letto di insalata, al centro pollo e finferli, intorno cubettini di pecorino, ancora più all’esterno alternare fichi freschi e croccanti caramellati al balsamico.
Ancora qualche goccia di balsamico qua e là et voilà...la salad è pronta!



Oltre alla ricetta per il contest in omaggio una “poesia dorsale”

Haiku:
Il re dei giochi, Quattro casalinghe a Tokyo
Dolce amaro a Bombay.

“Poesia dorsale” è una iniziativa di Temperamente (lhttp://www.temperamente.it/) che ho conosciuto su Fb tramite “un’amico di Anobii”.
Una volta anche io avevo una biblioteca virtuale su Anobii...in realtà l’avrei ancora, ma non l’ho più aggiornata per una serie di motivi.
Ma la mia vera biblioteca è sempre in espansione.
Leggere è come respirare, come farne a meno?
Così, quando ho viste le prime poesie dorsali, composte sfruttando i titoli dei libri come fossero versi, ero entusiasta, ma ovviamente non ho potuto partecipare per mancanza di tempo... per l’idiosincrasia ai contests... perchè due libri su quattro sono sottosopra come me? Mah..
Mi piace “ciacolare” e mi piace ciacolare anche di libri – uno dei mie piccoli pazzi sogni sarebbe quello di poter creare un club del libro.
Ho già notato che anche altri foodbloggers parlano dei libri che hanno letto, e non sono solo libri di cucina.
Questi quattro li consiglio caldamente e riuniscono molti miei amori letterari: la poesia (Haiku), il giallo (Il Re dei Giochi e Le Quattro Casalinghe di Tokyo), il Giappone (Le Quattro Casalinghe di Tokyo) e l’India (Dolceamaro a Bombay).
E potrei parlarne per ore, ma...magari in un altro post ;-).
E adesso la colonna sonora così struggente la dedico a tutti quelli che passano di qua e che leggono i miei lunghissimi voli pindarici...sperando che siano sempre piacevoli :-D


Serena notte :-*

16 commenti:

  1. Che ridere Fabi :)))
    Bellissima (s)trenna!

    RispondiElimina
  2. vivere senza glutine non deve essere facile, ma tu te la cavi alla grande...brava...io adoro venezia e ci verrei anche adesso...è favolosa!

    RispondiElimina
  3. Cao Fabi!

    Sempre grande osservatrice e sensibile!
    Un'insalata sfiziosa e originale...non mi ci metto...mi manca tutto..e il G., mai e poi mai, che mi comperi quello che voglio io!!!
    Così mi arrangio con le pochezze...e le derrate, abbondanti, che mi arrivano dalla campagna, per mia fortuna!!!

    Un abbraccio cara e...spero di saperti di martedì!!!!

    RispondiElimina
  4. mamma che titolone... speta che mi metto comoda.. mi allunghi il piatto? trovo questi accostamenti fantastici!

    RispondiElimina
  5. @ Vale ti aspetto quando vuoi
    @ Antonietta idem come sopra quando vuoi ti aspetto
    @ Annalisa bisogna ridere anche da "nervosetti"
    @Ivana tu fai sempre meraviglie con il tuo "poco" purtroppo anche oggi è un giovedì che è troppissimo lunedì...come va il ginocchio?
    @ Nora il titolone fa food blogger vero??? :-DDD detto da te che gli accostamenti sono fantastici è un onore :-*

    RispondiElimina
  6. Mi dispiace tanto per "l'effetto salivazione"....la prossima volta "salta" il mio blog.
    Un bacione (è sempre un piacere leggerti).

    RispondiElimina
  7. Mamma mia quante cose nella tua pentola! E sempre di qualità, e non mi riferisco solo alla stilosissima salad... L'ho davvero gustato questo lungo post, e mi sono anche divertita identificandomi nella descrizione del tuo pendolarismo, che anch'io per una ventina d'anni ho vissuto in direzione opposta alla tua... :)

    RispondiElimina
  8. wow che foto! ho l'acquolina! :P

    RispondiElimina
  9. Fabi, come va con il mal di gola?
    Spero meglio!
    Ho inviato una mail, avendo cambiato PC, non sono sicura di avere la mail giusta, ho inviato con quella qui nel blog!
    Grazie!
    Un abbraccio!!!

    RispondiElimina
  10. complimenti per Questa ricettà cosi gourmand, soprotutto per la dimostrazione che mangare sfizioso si può anche con la celicachia anche se non sempre è facili districarsi nella ricerca degli ingredienti, ma oggi le aziende sono diventate più sensibili, certo non tutte ma molte si
    è un insalata che io mi farò per me, è troppo speciale :-))

    RispondiElimina
  11. @ Gunther grazie mille per i complimenti! Mangiare sfizioso si può anche se in presenza di allergie/intolleranze e mangiare con qualità si può sempre, cercando buoni ingredienti del territorio. Buona giornata :-D

    RispondiElimina
  12. Non ho il problema del "senza glutine" ma la Salad mi pare una bellissima caciara da replicare finché ci sono fichi in giro!

    RispondiElimina
  13. @Emmevu ;-) so che ci abbinerai anche ottima musica e ottimo vino ;-)

    RispondiElimina
  14. Oggi mi porto avanti con i lavori di giudice per questo bellissimo contest di Stefania...e complimenti anche per questa ricetta, ariciao Flavia

    RispondiElimina
  15. @ EliFla grazie mille a te per essere passata a trovarmi

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D