mercoledì 1 giugno 2016

Crackers al sesamo bianco e nero con esubero di lievito madre senza glutine senza lattosio senza proteine del latte

Siate generosi, siate generosi sempre, siate generosi con i mediocri, gli scadenti, gli insignificanti e i reprobi, i reprobi soprattutto.
Siate generosi con i lagnosi e gli scontenti, che spesso diventano reprobi perché non sono capaci di salvare la bellezza che non vedono.

Siate generosi con chi cade.
(Io mi chiamo Yorsh - Silvana De Mari)

Da qualche mese, vista la precarietà in cui sono costretta a lavorare come molti colleghi, sto scioperando, continuando a fare il lavoro che faccio da vent'anni a questa parte, che mi è costato lacrime, sudore e sangue, nottate sui libri eoni fa e adesso nottate davanti ad un computer ad elaborare dati, a studiare, a capire...
Buttando un occhio alla cronaca e al suo rimbalzare tra un social e l'altro, sempre in questo periodo, mi sono chiesta che senso avesse fare quello che faccio adesso, ovvero continuare a fare ricerca, a fare scienza.
Domanda retorica?
Mica tanto.
Guardando il turbinio della cronaca, mi rendo conto che il senso critico non è in estinzione, è proprio moribondo e mi rendo conto che essere generosa, misericordiosa in senso più ampio mi diventa sempre più difficile.

"Tesoro, prima che tu ti dia anima e corpo all'elogio del Mutandari e dell'Infrangismo, prima che tu scriva il requiem sul senso critico e sulla nascita della pseudo-scienza, scrivi la ricetta e poi va' a rinfrescare il lievito madre" mi apostrofa con la sua consueta gentilezza la mia voce a bitchy.
"Sbatterei anche i tacchi, dopo essermi messa sull'attenti, ma considerate le scarpe brillanti, non vorrei correre il rischio di vederti sparire come la strega cattiva del Mago di Oz..." ribatto.
"Sei sicura che le scarpe di Dorothy fossero brillanti e non rosse?" mi domanda la mia voce a bitchy.
Decisamente impermeabile all'ironia...

Per utilizzare l'esubero di lievito madre, che è ovviamente senza glutine e senza lattosio, vi propongo un'altra ricetta di crackers, arricchiti con tanti semi e con la farina di canapa.

Crackers al sesamo bianco e nero con esubero di lievito madre 
senza glutine senza lattosio senza proteine del latte
Black and White Sesame Sourdough Crackers
gluten free dairy free milk proteins free



Ingredienti

350 g di lievito madre senza glutine senza lattosio in esubero
150 g di farina MixIt Schaer 
50 g di farina di canapa senza glutine senza lattosio Fattoria Bio
50 g di farina di mais integrale a grana media Mulio Marello
15 g di semi di lino tritati e disoleati senza glutine
20 g di sesamo nero tostato
20 g di sesamo bianco tostato
95 g di olio extra vergine di oliva ligure più quello per spennellare
14 g di sale fino iodato
100 g di acqua tiepida
farina di riso per lo spolvero


* ancora una volta ricordo che: per i celiaci e le persone gluten sensitive bisogna accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009, da D.L 111/1992,  e nota del Ministero della Salute prot. 600.12/A32/2861. Inoltre, per ulteriori informazioni leggere anche qui e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni. Per il lattosio e le proteine del latte controllare sempre le etichette e le diciture in esse presenti.



Procedimento

Ponete nella ciotola della planetaria il lievito madre non rifrescato, le farine, i semi di lino tritati, l'olio extravergine di oliva ligure e l'acqua.
Cominciate ad impastare a bassa velocità, con la frusta a gancio.
Quando l'impasto è amalgamato, aggiungete il sale fino, il sesamo bianco e il sesamo nero tostati e impastate alla massima velocità.
Una volta amalgamato il tutto, ponete l'impasto su un piano infarinato con farina di riso.
Formate una palla e lasciatela riposare, coperta da un canovaccio, per 30 minuti.
Preriscaldate il forno a 200°C, funzione ventilata.
Trascorso questo tempo, porzionate l'impasto in palline da 100 g circa; spolveratele con farina di riso.
Utilizzando il rullo per tirare la pasta, stendete ogni pallina (2 volte con la tacca a 1 e 1 volta con la tacca a 2).
Infarinate sempre bene la sfoglia da tirare e spolverare sempre bene i rulli.
Una volta stesa ogni pallina, con un rullo taglia pasta o un coltello ben affilato, tagliate i crackers in quadrati e bucherellateli con una forchetta.
Ponete i quadrati sulle teglie ricoperte di carta forno.
Infornate i crackers in forno caldo e cuocete per 20-25 minuti.


Una volta cotti, poneteli a raffreddare su una gratella per dolci.
Conservateli in una scatola di latta.
Sono ottimi con della ricotta di capra freschissima, ma anche con dell'ottimo formaggio di capra e pecora stagionato in fossa.
Sono anche buoni da soli, come snack da lettura.


Il libro che abbino a questi crackers è Murder Offstage, a Posie Parker Mistery di L.B. Hathaway, una detective story dall' ambientazione londinese negli anni '20, una vera avventura gialla in perfetto british style e con una detective donna, che non è una adorabile vecchietta, ma una giovane ed intraprendente ragazza.


La ricetta la porto a #Panissimo42 ospitato da una delle sue madrine Sandra, ideato da Sandra e Barbara.


Bon appétit!

6 commenti:

  1. Questi crackers hanno un aspetto fantastico e non oso immaginarne il sublime sapore :-P
    Bravissimaaaaa

    RispondiElimina
  2. fantastici,bravissima e grazie,buon 2 giugno

    RispondiElimina
  3. Eccomi, con un giorno di ritardo, ma ci sono <3 comprendo moto bene la tua rabbia e la frustrazione che provi: il tuo lavoro non è semplice, è faticoso e snervante, ma è uno dei più affascinanti che esistano. Tieni duro, cara Fabiana...ti abbraccio forte forte e ti lascio i miei complimenti: questi crakers sono meravigliosi e devono essere profumatissimi. Io poi adoro il sesamo, lo metterei ovunque ;-) Baci cara <3

    RispondiElimina
  4. Grazie di cuore Consuelo!
    Grazie anche a te, Paola.
    A rileggerci tra sorrisi e ricette

    RispondiElimina
  5. Carissima Leti, grazie di cuore per le tue parole.
    Ogni tanto mi scoraggio anche io, ma poi mi passa e vado avanti.
    Un abbraccio

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D