sabato 26 settembre 2015

Focaccia fiamminga con lievito madre senza glutine senza lattosio senza proteine del latte per #Noncèspigachetenga

Ho perso la fede!



"Aaaaaaarggggggghhh... non è possibile.... ho perso la fede! La fede!" 
"Adesso cominci con i dilemmi metafisico-esistenziali? L'aver diminuito la caffeina giornaliera ti sta dando un brutto effetto rebound" esordisce la mia voce a bitchy, mentre sorseggia il suo cafè au lait. (dire caffellatte per lei è dozzinale).
Con gli occhi fuori dalle orbite, mentre mi improvviso traslocatore di ogni mobilia eventualmente presente, ribatto seccamente "Non è il momento di scherzare, eh! Ho perso la fede...la fede nuziale...non la trovo più..."
"Ma... ma... ma... stai scherzando, vero?" sibila la mia voce a bitchy.
"Nooooo, non sto scherzando... secondo te, smonterei il comò se stessi scherzando" le sibilo conseguentemente.
La mia voce a bitchy parte con una serie di contumelie, irrripetibili a orecchio umano, mentre io procedo a smontare la sala da pranzo.
Ebbene sì.
Dopo aver smontato e rimontato i mobili di casa, dopo aver guardato in ogni angolo, immondizie e lettiera della gatta inclusa, la fede non l'ho trovata.
In compenso, potrei avere una carriera come montatore veloce di qualsiasi mobilio Ikea, ma le sorti del mio morale non si risollevano.
Sono dispiaciuta, demoralizzata, disperata.
Come continuano a dirmi tutti "se man non prende, canton di casa rende".
Sarà... ma io continuo con il mio blue mood, sempre più nero.
Per risollevarmi il morale ci vorrà tanto, tanto tempo.
Intanto, impasto per sfogare la mia disperazione.
Tra l'altro, ho impastato questa focaccia per l'evento Non c'è spiga che tenga con Farine Polselli in collaborazione con La Confraternita della pizza.



Focaccia fiamminga 
con lievito madre senza glutine senza lattosio senza proteine del latte per #Noncèspigachetenga
Sourdough Flemish Fougasse 
gluten free dairy free milk proteins free



Ingredienti
per due stampi da 28 cm di diametro

780 g di farina senza glutine senza lattosio Mix Pizza Polselli
300 g di lievito madre senza glutine
150 g di zucchero di canna grezzo
100 g di olio extravergine di oliva pugliese DOP
7 g di sale fino 
600 ml di acqua tiepida

Per guarnire

olio extravergine di oliva pugliese DOP q.b.
zucchero di canna grezzo q.b.

ciotola della planetaria Kenwood, frusta a gancio, leccapentola, carta forno, pellicola per alimenti, ciotoline, caraffa graduata, spatole, due stampi del diametro di 28 cm,  griglia per dolci

* ancora una volta ricordo che: per i celiaci e le persone gluten sensitive bisogna accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009, da D.L 111/1992,  e nota del Ministero della Salute prot. 600.12/A32/2861. Inoltre, per ulteriori informazioni leggere anche qui e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni. Per il lattosio e le proteine del latte controllare sempre le etichette e le diciture in esse presenti.



Procedimento

Ho pesato la farina Polselli nella ciotola della planetaria e ho aggiunto tutta l'acqua tiepida.
Ho mescolato con la frusta a gancio e ho lasciato l'impasto 1 ora in autolisi.
Trascorso questo tempo, ho aggiunto all'impasto il lievito madre, lo zucchero di canna grezzo e l'olio extravergine di oliva.
Ho mescolato con la frusta a gancio, finchè non fosse tutto amalgamato; poi ho aggiunto il sale fino e ho mescolato ancora.
Poi ho trasferito l'impasto in una ciotola grande e l'ho coperto con la pellicola per alimenti. 
Ho lasciato lievitare l'impasto 1 ora a temperatura ambiente e, dopo, l'ho trasferito coperto in frigo, a riposare per circa 10 ore.
Trascorso questo tempo, ho tirato fuori dal frigo la ciotola con l'impasto e l'ho lasciato lievitare per 4-5 ore a temperatura ambiente.


Ho rovesciato l'impasto sul piano e, molto rapidamente, l'ho diviso in due metà.
Ho messo ogni metà in una teglia coperta di carta da forno.
Poi, con le mani ben oleate, ho sistemato l'impasto nella teglia, facendo i buchini con le dita.
Ho lasciato lievitare l'impasto, coperto con pellicola per alimenti, 1 ora a temperatura ambiente.
Nel frattempo ho preriscaldato il forno a 250°C.
Trascorsa 1 ora, con l'aiuto di un cucchiaino, ho cosparso i buchini con l'olio extravergine e ho poi cosparso abbondantemente la superficie con lo zucchero di canna grezzo, avendo cura soprattutto di riempire i buchi.
A forno caldo, ho abbassato la temperatura a 230°C e ho infornato le due focacce.
Trascorsi 15 minuti, ho abbassato la temperatura a 220° e ho cotto per altri 20 minuti.
Una volta cotte, ho sfornato e messo a raffreddare su una griglia per dolci


Ottima da sola, questa focaccia dà il meglio di sè, col cioccolato, soprattutto fondente e con fleur de sal.



Questa focaccia è anche conosciuta come Torta Fiamminga o Torta Belga.
Per questa ricetta sono partita da una ricetta glutinosa di Cour de Pain d'epices e ho provato la farina Polselli in purezza, senza tagliarla con altre farine proprio per vedere le sue potenzialità con ricette molto diverse tra loro.
Adoro i buchi di questa focaccia e spero che le foto rendano giustizia al suo profumo e alla sua morbidezza, che si mantiene qualche giorno. Poi bastano pochi secondi in MW per ottenere una focaccia fragrante e morbida, da leccarsi le dita!

Anche con questa focaccia partecipo a Panissimo #33, ospitato da una delle sue mamme Sandra di SonoIoSandra, che assieme a Barbara ha ideato Panissimo.



Bon Appètit!



5 commenti:

  1. Oh, no! La fede no!!! Mi dispiace Fabi! :-(
    La focaccia è pazzesca, bella alta, e sembra super soffice, non gommosa come di solito esce a me (argh!)...sei davvero brava con i lievitati...e per l'ennesima volta dimostri che è possibile realizzare una ricetta senza latte vaccino e senza glutine molto, molto buona!! Brava, davvero! Un abbraccio, Leti

    RispondiElimina
  2. Bellissima la focaccia e la fetta con il cioccolato fuso mi ha fatto partire la salivazione a mille!!! Dev'essere buonissima!
    Mi spiace tantissimo per la fede... hai guardato nel sacchetto dell'aspirapolvere? Mia mamma la trovò li una volta...

    RispondiElimina
  3. Che buona!!! Tempo fa l'ho fatta anch'io e devo dire che era piaciuta...ti è venuta bella cicciotta!!!
    Alla prossima!!!

    RispondiElimina
  4. Davvero golosa questa focacciona.... la proverò con il mio lievito madre!!!!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti voi per i vostri splendidi e sempre graditi commenti, che mi spingono a continuare i miei esperimenti in cucina!
    Scusate il ritardo, come diceva Troisi, ma sono stata un po' lontana dal blog perchè impegnata altrove, ma poi vi racconterò tutto e soprattutto verrò con estremo piacere a trovarvi.
    A rileggerci prestissimo <3

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D