lunedì 24 febbraio 2014

Stracotto di manzo con polenta di mais bianco senza glutine senza lattosio senza latte vaccino ... Beef Stracotto with white polenta gluten free dairy free milk proteins free. Un ringraziamento speciale per Daniela e le ricette di Quanti Modi di Fare e Rifare

Sottotitolo: La cucina è una bricconcella; spesso e volentieri fa disperare, ma dà anche piacere, perché quelle volte che riuscite o che avete superata una difficoltà, provate compiacimento e cantate vittoria (Pellegrino Artusi)



Ieri, domenica, il sole ci ha svegliato e questo ci ha messo subito di buonumore. 
Era un po' che non c'era una domenica col sole, con il cielo azzurro e terso che incornicia le montagne sullo sfondo.
Così, per ovviare alla sua mancanza, mi son spesso ritirata in cucina a preparare io il sole per tutti e tre  - la micia se la gode sempre, non fa testo! 
Proprio qualche settimana fa, con l'uggia a farci compagnia, ho preparato questo piatto che Daniela, l'amica no blogger della Cuochina di Quanti Modi di Fare e Rifare, aveva proposto in uno degli appuntamenti dei Quanti, ai quali non ero riuscita a partecipare.
Questo è il piatto della domenica per eccellenza. Mentre fuori pioveva, in casa con questo piatto c’era davvero il sole! Mi dispiace non averlo preparato all'appuntamento stabilito, però è un piatto che ormai è della nostra tradizione famigliare. Grazie Daniela!

Stracotto di manzo con polenta di mais bianco 
senza glutine senza lattosio senza latte vaccino 
Beef Stracotto with white polenta 
gluten free dairy free milk proteins free.

Ingredienti

1,5 kg di arrosto della vena o pezzo della vena, adatto per stracotti e brasati (oppure cappello del prete)
2 carote bio tagliate a rondelle
1 gamba di sedano bio, tagliata a pezzettoni, comprese le foglie
1 cipolla rossa bio piuttosto grande, altrimenti 2 cipolle rosse bio di media grandezza
½ cucchiaino di mix di fiori e spezie Sonnentor senza glutine #
1 tubetto di triplo concentrato Mutti (da 185 g)
vino rosso – per me 1 bottiglia di Raboso Veneto frizzante IGT Terre Grosse
brodo vegetale se necessario
olio extravergine di oliva taggiascha DOP
sale dal mulinello
pepe dal mulinello
farina Mix It DS senza glutine senza lattosio senza proteine del latte #

Per accompagnare: polenta di mais bianco senza glutine senza lattosio senza proteine del latte #

# per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009 e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni




Procedimento

Ho omesso l’aglio dalla ricetta originale di Daniela.
Per gli arrosti e i brasati uso la pesciera della Barazzoni, ricevuta in regalo quando io il consorte convolammo a nozze. 
Ho lavato tutte le verdure necessarie, che provengono sempre dal mio fido spacciatore di verdure Giovanni, agricoltore biologico tra Mogliano e Casale sul Sile.
Quindi ho sciacquato il pezzo di carne, l’ho asciugato e l’ho infarinato con la farina senza glutine senza lattosio senza proteine del latte.
Ho messo l’olio extravergine sul fondo della pentola, assieme a mezza cipolla rossa tagliata a rondelle. Poi ho aggiunto la carne, che avevo precedentemente massaggiato con sale e pepe. Ho fatto sigillare la carne e ho aggiunto il resto delle verdure. Ho lasciato rosolare poi ho aggiunto due bicchieri abbondanti di vino rosso ed infine il triplo concentrato di pomodoro. Ho lasciato cuocere per tre ore abbondanti il tutto, a fiamma dolce e bagnando di tanto in tanto con il vino rosso e brodo vegetale.
Una volta cotto, ho fatto riposare la carne in un piatto, coperta. Con il minipimer ho frullato il sugo di cottura.
Ho tagliato la carne e l’ho servita in un piatto da portata capiente, accompagnandola con il suo sugo e la polenta di mais bianco.



A questo piatto accompagno un libro che ho molto amato e che rileggo sempre con piacere, Creature Grandi e Piccole di James Herriot, il primo dei suoi libri, agli albori della sua carriera di veterinario, tra agricoltori, allevatori e animali lassù nei Dales. Come lui gustava il roast beef con Yorkshire pudding la domenica, non ci siam gustati un ottimo stracotto con polenta e per finire anche un buon libro.
Voi che libro ci abbinereste?
Buona settimana e sorrisi per tutti :-D

29 commenti:

  1. assolutamente si! è il piatto della domenica e delle feste, quello che ti fa fare sempre bella figura! baciuzzi!!

    RispondiElimina
  2. Ma quanto mi piacciono le tue ricette "senza"?? Tantissimo!

    RispondiElimina

  3. Ciao!!! mi piace molto il tuo blog e mi farebbe piacere se passassi da me! Se per te va bene questo è il mio http://golosedelizie.blogspot.it/
    ti aspetto... ^_^

    RispondiElimina
  4. Cara Fabi, devo dirti in fretta !!!
    buon appetito!!!! ho fretta ciao.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Mmmm... che buono questo brasato! Mi viene voglia di preparalo per domenica prossima!

    RispondiElimina
  6. Ecco, per un piatto così, mio marito impazzirebbe!

    RispondiElimina
  7. Ciao Fabiana, infatti appena ho visto la foto ho pensato al roast beef inglese che chiaramente associo a Remains of the day di Ishiguro! :) Trascorri una buona serata e speriamo sempre ci sia il sole - dentro e fuori casa!

    RispondiElimina
  8. piatto da capogiro...lo stracotto di Daniela era ottimo e il tuo non è da meno, la polenta bianca mi piace tanto, mi sembra più delicata della classica gialla... fatto sta che la uso solo con il pesce, ma ti sembra vero o è solo una mia fisima? un bacione grande!

    RispondiElimina
  9. mmm che fame....sembra squisito :P

    RispondiElimina
  10. Ciao Fabiana ti è venuto proprio bene lo stracotto con polenta sono contenta che ti sei ricordata della mia ricetta, quando hai tempo passa da me ho da poco aperto un blog, è giovane ma crescerà. http:// ristorante"dainonni"blog.spot/
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  11. Ciao Fabi ! i tuoi piatti "senza" sono sempre più ricchissimi di sapore e bontà ! Non mangio mai la tua polenta bianca ma deve essere deliziosa con quel sugo, con quella carne !! ciao e un abbraccione !

    RispondiElimina
  12. Mi hai fatto venire l'acquolina...che fame...delizioso!

    RispondiElimina
  13. Che bontà, veramente un raggio di sole, che voglia!

    RispondiElimina
  14. amo ora ancor di più i piatti senza .....
    eh si lo sconforto un po' c'è
    ma oggi ho impastato la pizza e la focaccia di impasto pizza con salsiccia e carciofi
    per me ihihihhhi
    mi devo adeguare
    finalmente a benevento tra un pò avremo l'associazione celiaci che ci manca
    un bacio e a presto ho saltato un venerdi' ma ora avro' la ricetta della focaccia per la prossima settimana non sono ruscita a fotografare la teglia di polenta oggi (

    RispondiElimina
  15. Giusto per domani dovrò preparare una cena per un'amica celiaca. Mi sa che approfitto di questo stracotto che mi consentirà di prepararlo per tempo e poi riscaldarlo!

    RispondiElimina
  16. Ma allora mi devi dire dove sta Giovanni visto che è in direzione Mogliano da come scrivi. Non è proprio comodissimo per me per andarci regolarmente però può capitare di fare un giretto da quelle parti, i produttori bio mi interessano sempre!

    RispondiElimina
  17. Ciao Fabi, sai che ricevere i tuoi sorrisi mi mette allegria? E' un modo così carino di salutare le persone, stasera avevo proprio bisogno di sorridere... grazie e naturalmente bravissima per questa ricetta. Chissà se diventerò brava come te con le ricette "senza". Bacione un abbraccio grandissimo

    RispondiElimina
  18. con un calice di buon vino rosso e la giusta compagnia è un piatto che mette allegria! un bacione

    RispondiElimina
  19. La cucina sarà anche una bricconcella ma con una ricetta così gustosa non si può fallire. Mi piace molto il tuo blog. Se ti va di sbirciare e di unirti www.passionelight.it.
    A presto. Lorena

    RispondiElimina
  20. Fabi che bella ricetta! E l'abbinamento ricetta/libro è dei più indovinati, ogni tanto mi rileggo i libri di Herriot e mi piacciono sempre di più. Baciotto.

    RispondiElimina
  21. Anche io avevo saltato quell'appuntamento del quanti modi....mi fai venire voglia di preparare un bel piatto succulento come questo....oggi qui diluvia e ci starebbe benissimo!!!

    buon pomeriggio cara!

    RispondiElimina
  22. E' vero è bellissimo svegliarsi la domenica mattina e trovare ad accoglierci un bel sole splendente!!! La giornata inizia con il piede giusto!
    Il tuo stracotto è una vera delizia e mi piace l'abbinamento con la polenta che io, da piemontese amo tantissimo!!!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  23. Manca solo un bel calice di vino rosso! Favoloso nonostante i tanti 'senza'

    Un abbraccio
    Silvia

    RispondiElimina
  24. questo è il periodo giusto per uno bello stracotto cosi

    RispondiElimina
  25. Splendida proposta, bravissima, un abbraccio

    RispondiElimina
  26. @ Sonia concordo e ricambio i baciuzzi
    @ Journey grazie e arrivederci a domani ;-)
    @ Ale benvenuta
    @ Tomaso grazie per passare sempre a trovarmi
    @ Marina è davvero buono questo stracotto
    @ Stefania magari un giorno vengo a cucinarlo da te :-D

    @ voi tutti buon giovedì grasso e a rileggerci sempre col sorriso

    RispondiElimina
  27. @ Serena gran bel libro da cui hanno tratto un gran bel film ottima scelta :-D
    @ Elena a me la polenta piace sia gialla sia bianca, nonostante provenga da Roma sono molto nordica di gusti e non solo perchè vivo qui da ormai 18 anni.
    La polenta bianca ha un gusto più delicato, anche per me, ma mi piace sia abbinata alla carne sia servita col pesce. Qui ho visto servire le costicine con la polenta bianca e le schie con la polenta gialla. Buonissimi piatti!
    La ricetta di Daniela è davvero splendida e dovevo farla anche se in ritardissimo
    @ Mary a differenza di tanti arrosti, devo dirti che questo o lo faccio in dose doppia o non avanza mica
    @ Daniela benvenuta tra le blogger! Che bello! Nonna Dani è Daniela, quella della ricetta! Grazie ancora <3
    @ Rossella ciao cara! Bentornata e che foto spettacolari! Provala con la carne, se puoi, vale la pena.
    @ Valentina la prossima volta te ne mette da parte una porzione :-D
    @ Lilli cucinare certi piatti è avere il sole in casa e dentro di noi :-D

    @ tutti a rileggerci sempre tra ricette, pensieri e sempre col sorriso :-D

    RispondiElimina
  28. @ Veronica i primi tempi sono duri, poi si va avanti e si scopre un mondo nuovo altrettanto ricco e pieno di gusto. Poi tu sei bravissima <3
    @ Fina la comodità dello stracotto è proprio questa: lo si può cuocere in anticipo e servirlo poi con calma, godendosi la compagnia e lo stracotto, con un buon bicchiere di rosso.
    @ Francesca Tab il venerdì mattina è anche a Mogliano al mercato, poi ti mando tutte le info che ho ;-)
    @ Carla sei già bravissima! Le tue ricette sono una grande fonte di ispirazione per me, anche se non ho potuto partecipare al Receptionist, perchè dovevo sempre modificare più di un ingrediente, però mi sono fatta una lunga lista di ricette da rifare.
    @ Chiara verissimo!
    @ Lorena bentrovata, ricambierò la visita con piacere
    @ Dida ciao tesora <3
    @ Artù buona serata a te cara :-D
    @ Morena grazie mille! Felice che ti sia piaciuto.
    @ Silvia eh sì, un buon rosso ci sta! Anche due calici...poi dopo mangiato si può fare la pennichella ;-)
    @ Gunther concordo :-D
    @ Paola grazie davvero :-D
    @ Carla buona serata carissima

    @ tutti Passate una buona serata, festeggiate il giovedì grasso, se volete. Sorrisi a profusione per tutti :-D

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D