martedì 14 gennaio 2014

Pan di datteri con caffè e anacardi senza glutine senza lattosio senza latte vaccino...Date bread with coffee and cashew nuts gluten free dairy free cow milk free




Sottotitolo: come trovare una buona ragionare per cucinare 
dicendo che sto riciclando gli avanzi delle feste

Pan di datteri con caffè e anacardi
senza glutine senza lattosio senza latte vaccino
Date bread with coffee and cashew nuts
gluten free dairy free cow milk free

Questa mia ricetta ha preso spunto dalla ricetta di Ina Garten - Barefoot Contessa e da quella di Healthy Seasonal Recipes, con un piccolo aiuto anche dalle chiacchierate con Satsuki.
Ho anche convertito le misure americane in grammi ;-).

Ingredienti per uno stampo 30 cm x 10 cm

150 g di datteri snocciolati senza glutine #
2 tazzine di caffè espresso lungo -  sostituibili con caffè solubile o con caffè della moka o anche decaffeinato
2 uova cat. O extrafresche
90 g di zucchero di canna
100 g di olio di riso
1 g di mix di spezie - cannella, noce moscata, zenzero e pimento§
1 g di cannella§
1 g di vanilla bourbon§
130 g di farina di mandorle senza glutine #- io la faccio in casa
195 g di farina integrale di riso, mais, miglio e grano saraceno # - io ho usato la WERZ, che trovo davvero ottima
1/2 bustina di lievito senza glutine # - cremor tartaro e bicarbonato già miscelati e certificati senza glutine
100 g di datteri snocciolati senza glutine #
50 g di anacardi bio #

spray antiaderente per teglie§

#per i celiaci e le persone gluten sensitive: accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009 e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni.
§ per le spezie, come ho sempre ribadito, vale lo stesso discorso per le contaminazioni e cross - contaminazioni. Sono comunque materie prime costose e notevole è l'attenzione che viene prestata lungo tutta la filiera produttiva.
In ogni caso, ci sono diverse ditte, anche qui in rete, che commercializzano spezie senza glutine. Last but not least, fondamentale è anche rivolgersi a rivenditori di spezie molto informati sul prodotto, la sua filiera, le contaminazioni e anche sulla celiachia e la gluten sensitivity.
Discorso similare si può fare per materie prime come gli oli vegetali.


Procedimento



Ho accesso il forno per preriscaldarlo a 180°C.
Ho tagliato grossolanamente i 150 g di datteri e li ho messi nel blender assieme alle due tazzine di caffè espresso, che ho azionato fino ad ottenere una purea.
Ho tagliato a dadini i 100 g di datteri snocciolati e ho spezzettato i 50 g di anacardi.
Ho versato la purea nella ciotola del Kenwood, ho aggiunto lo zucchero di canna e le uova e ho mescolato utilizzando la frusta a K per impasti morbidi.
Dopo ho aggiunto l'olio di riso e le spezie. Ho mescolato.
Ho aggiunto la farina di mandorle e ho mescolato ancora.
Ho miscelato la farina integrale senza glutine con il lievito e l'ho aggiunta al composto, mescolando bene.
Infine, ho aggiunto i dadini di datteri e gli anacardi spezzettati e ho mescolato bene.
Ho versato il tutto nello stampo precedentemente spruzzato con lo spray antiaderente.
Ho infornato in forno caldo e ho lasciato cuocere per 40 - 50 minuti circa; la superficie era ben dorata e ho fatto la prova stecchino e per evitare che fosse troppo secco ho spento il forno quando sullo stecchino c'era della mollica attaccata.

Questo pane, o quick bread o cake, come la Ginger Cake, rimane piuttosto sticky, perchè i datteri sia ridotti in purea sia quelli presenti nell'impasto le conferiscono morbidezza.
L'aroma del caffè espresso si sposa alla perfezione con i datteri, così come la croccantezza e la dolcezza degli anacardi.
Il connubio delle spezie gli dà quel certo non so che.
Ho usato l'olio di riso sia per il suo sapore neutro sia per le sue ottime qualità.
La farina senza glutine della Werz la trovo perfetta per queste tipologie di dolci, questo e la Ginger Cake o per il pan d'epices di Satsuki.
Posso dire di aver trovato la quadra con questa farina ;-).
Questo dolce si può affettare e le fette si possono congelare per un mese almeno. Si mantiene umido e profumato per 6 giorni e qualcosa di più...sempre ammesso che non venga mangiato prima.
Perfetto per un high tea o per un brunch o semplicemente per una pausa di riconciliazione con se stessi.



Quali libri abbinare a questo dolce?
Io oserei una rilettura di Jane Eyre, del quale ho rivisto l'ennesima trasposizione cinematografica, nella quale Michael Fassbender è Rochester.
In alternativa, visto che sono una giallofila incallita e impenitente, io sceglierei tra le varie avventure di Flavia de Luce, scritte da Alan Bradley. Per ora ho letto solo Aringhe Rosse senza Mostarda, ma ho da leggere The sweetness at the bottom of the pie e The Weed that Strings the Hangman bag.
Voi che libro scegliereste?
Pensateci mentre metto su il the, il caffè o...
Alla prossima...e sorridete!

28 commenti:

  1. oh signur! è davvero fantastico!!! m'inchino alla tua bravura! baciiiii

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie! l'idea di usare la Werz nella ginger cake e poi qui dà i suoi frutti:-D
      Sorrisi a profusione per te :-D <3

      Elimina
  2. Mi hai dato un'ottima scusa per "riciclare" gli avanzi, ma io la Werz non la trovo, come la sostituisco???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora la Werz la vendono da Natura Sì, Satsuki non so se la comperata in terra siciliana o no.
      In ogni caso la Werz è composta da farina di riso integrale bio, farina di mais integrale bio, farina di miglio integrale bio, farina di grano saraceno integrale bio, addensanti: farina di semi di carrube.
      Se non la trovassi, io farei così: considera 200 g di farina
      40 g di fecola
      50 g di farina di riso
      40 g di farina di mais bramata, oppure di farina di Storo che è una delizia
      30 g di farina di miglio senza glutine, che io devo sempre trovare
      40 g di farina di grano saraceno senza glutine
      nel caso avessi la farina di semi di carrube, puoi mettere
      tutte le farine nelle stesse quantità tranne quella di grano saraceno
      35 g di farina di g saraceno
      5 g di farina di semi di carrube
      Non sarà esattamente la stessa cosa, sia chiaro. Però si cerca di fare quello che si può;-)
      in alternativa te la spedisco ;-)
      Sorrisi a profusione anche per te <3

      Elimina
    2. Vado a controllare prima da Naurasì! Grazieeeeeee! <3

      Elimina
  3. Cara Fabi, rieccomi dopo questo triste momento, passo da tutti gli amici del blog, per ringraziarli di vero cuore. Il tuo speciale pane con datteri deve essere veramente buono.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro Tomaso ben ritrovato!
      Pensieri positivi, una preghiera e tanti sorrisi per te e per tuo fratello.
      A rileggerci presto

      Elimina
  4. Adoro riciclare ^_^ bravissima cara, se potessi allungherei volentieri la mano!!!!
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il riciclo lo adoro anche io!
      Non allungare la mano, vengo a portarti io una fettina .-D
      A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D

      Elimina
  5. questa ricetta mi ispira un sacco, e sono certa che sia buonissima anche perché a natale quest'anno non avevo fichi, volevo fare lo zelten e l'ho fatto... con i datteri!
    e ci stavano d'incanto.

    l'idea del caffé mi sembra la ciliegina sulla torta. o il dattero sul cake?

    comunque te lo copierò, ho dei meravigliosi datteri medjoul in casa, che aspettano solo di essere usati.

    il dattero è un frutto che va assolutamente rivalutato, secondo me è davvero grande, e non dovrebbe esistere solo a natale.

    non ho mai provato la werz, e invece mi sa che ho sbagliato. anche lì. corro da naturasì per rifare la tua torta tal quale?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gaia!
      A me i datteri sono sempre piaciuti ed ho scoperto che con il caffè il loro aroma si intensifica.
      Sono d'accordo sul fatto che non dovrebbero essere usati solo a Natale, anzi cercherò di usarli di più.
      La Werz è stata una rivelazione felicissima e io non l'abbandono più più più!
      Se la rifai sappimi dire :-D
      Abbracci, ma soprattutto tanti sorrisi :-D

      Elimina
    2. oggi ho comprato la farina! ;-)

      Elimina
  6. Ma che bella idea....dev'essere buonissimo con gli aromi e la frutta secca..
    ..per i gialli ti seguo..io vado alla ricerca di quelli nord europei, da Mankell in poi..riuscissi a trovare il tempo di leggere...
    Un abbraccissimo!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima! Un'altra giallofila! Di Mankell non ho letto nulla,però mi sono vista i film originali di Wallander, passati sotto tono su ReteQuattro. So che ne hanno fatto un remake con Kenneth Branagh, non l'ho visto.
      Ricambio l'abbraccio e ti mando tanti tanti sorrisi <3

      Elimina
  7. Brava Fabiana!!! Questo pane dev'essere ottimo!! Adoro i datteri !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie carissima Giulia!
      Il pane è ottimo davvero, non lo dico per egocentrismo, ma perchè il consorte è il mio miglior critico, bravissimo a stroncare, stavolta mi ha detto "umido al punto giusto e non perde briciole e gusto".
      Ci sta un momento di orgoglio :-D
      Sorrisi a profusione anche per te <3

      Elimina
  8. Buon di'!!!Grazie per il commento e ancora Brava,bravissima!!!!questo pan-dolce ha un aspetto a dir poco delizioso.ne basta un pezzetto per avere un carico di energia fino a sera....e per noi mamme e' proprio quello che ci vuole....non trovi??????

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo con te!
      Buona giornata cara e a rileggerci presto tra ricette e tanti sorrisi :-D

      Elimina
  9. Mi strapiace, Fabi! Salvo subito la ricetta, deve essere buono buono buono! :P Bravissima, complimenti e grazie per la ricetta! Ti abbraccio forte e ti auguro una splendida serata :**

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Vale! Mio marito, molto critico, l'ha mangiato volentieri per colazione. La cosa buona è che si può affettare, congelare e scongelare al bisogno, quindi uno snack dolce, però sano, energetico e che ci dà una marcia inpiù.
      Pronta per venerdì?
      Sono curiosa di vedere cosa sarà proposto in questo appuntamento!
      Buona giornata a te e a rileggerci presto sempre tra ricette e sorrisi :-D

      Elimina
  10. ciao, ma lo sai che proprio non sapevo come utilizzare quel pacchetto di datteri ricevuti a Natale? mi piace, poi c'è il caffè, non posso resistere, a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao cara, ho delle belle fette di butternut squash, mi sa che la tua ricetta passerà in cima alla mia wish list.
      Buona giornata e a rileggerci presto sempre tra ricette e sorrisi :-D

      Elimina
  11. Una fettina di dolce, il tè e un libro... Il velo dipinto, senza dubbio! Ciao Fabi, bacioni e grazie per esserci sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima Carla, spero tu stia meglio.
      Il velo dipinto non lo conoscevo e così lo sono andata a cercare su Google.
      Di W.S Maugham ho letto solo Il Filo del Rasoio, su consiglio della mia professoressa di filosofia del liceo, e The Moon and the Six Pence su consiglio della mia insegnante madrelingua di inglese.
      Una scelta la tua che mi intriga davvero.
      A rileggerci presto sempre tra ricette, pensieri e tanti sorrisi <3

      Elimina
  12. Una fantastica proposta!!! Complimenti, un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola!
      Ricambio l'abbraccio e ti invio tanti sorrisi :-D
      Buona giornata carissima

      Elimina
  13. è invitantissima e poi datteri e caffè fanno un ottimo abbinamento

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D