mercoledì 7 ottobre 2015

Brioche butchy senza glutine senza lattosio senza proteine del latte per #Noncèspigachetenga

Quando la necessità ci costringe a usare parole sincere, cade la maschera e si vede l’uomo.

(Lucrezio)

Sia io sia la mia voce a bitchy siamo stanche.
Questo tempo uggioso non ci aiuta; ci parliamo poco, ma beviamo un sacco di the e tisane insieme, poi la mia voce a bitchy ogni tanto si fuma un Montecristo o un Coiba, mentre io leggo un libro.
Adesso ho cominciato a leggere il ciclo di Sidney Chambers, quello di Grantchester per intendersi.
In cucina siamo un po' meno stanche, ma ci manca un po' di zing, come direbbe Fiammetta Fadda.
Comunque, ecco l'ultimo esperimento  per l'evento Non c'è spiga che tenga con Farine Polselli in collaborazione con La Confraternita della pizza.



Con questa ricetta partecipo a Panissimo #34, ospitato da Terry, raccolta ideata da Sandra di SonoIoSandra e da Barbara.


Brioche butchy o brioche allemande 
senza glutine senza lattosio senza proteine del latte
Brioche butchy aka brioche allemande
gluten free dairy free milk proteins free

Questa ricetta glutinosa è molto popolare in Francia, dove è conosciuta come brioche butchy o brioche allemande. Nel suo impasto non si prevede burro, ma panna
Ho preso spunto da diverse ricette, come questa, questa, questa e anche questa. 
Le ho quindi sglutinate, private di ogni fonte di latte e derivati e adattate ai nostri palati, ovvero farcite con dell'ottimo cioccolato fondente.


Ingredienti

500 g di farina Polselli senza glutine senza lattosio per pizze
2 uova grandi extrafresche cat. 0 più 1 tuorlo da uova grandi extrafresche cat. 0 per spennellare
220 ml di latte di soja tiepido senza glutine senza lattosio 
200 g di panna di soja per dolci senza glutine senza lattosio
230 g di lievito madre senza glutine senza lattosio appena rinfrescato
100 g di zucchero di canna grezzo più 20g per spennellare 
2 g di vanilla bourbon in polvere
1.5 g di sale fino

per il ripieno 
200 g di gocce di cioccolato fondente senza glutine senza lattosio


ciotola della planetaria Kenwood, frusta a gancio, leccapentola, carta forno, pellicola per alimenti, ciotoline, caraffa graduata, spatole, 1 stampo del diametro di 28 cm,  1 stampo da plumcake da 20 cm, buste per alimenti, staccante per teglie, griglia per dolci

* ancora una volta ricordo che: per i celiaci e le persone gluten sensitive bisogna accertarsi sempre che ci sia o la SPIGA SBARRATA  o l'apposita dicitura SENZA GLUTINE come da regolamento CE 41/2009, da D.L 111/1992,  e nota del Ministero della Salute prot. 600.12/A32/2861. Inoltre, per ulteriori informazioni leggere anche qui e non dimenticare mai il discorso sulle tracce contaminazioni e cross-contaminazioni. Per il lattosio e le proteine del latte controllare sempre le etichette e le diciture in esse presenti.


Procedimento

Ho pesato la farina Polselli nella ciotola della planetaria e ho aggiunto tutta l'acqua tiepida.
Ho aggiunto all'impasto il lievito madre, lo zucchero di canna grezzo, la panna di soja tiepida e il latte di soja tiepido.
Ho mescolato con la frusta a gancio, finchè non fosse tutto amalgamato; poi ho aggiunto la vanilla bourbon ed il sale fino e ho mescolato ancora.
Poi ho trasferito l'impasto in una ciotola grande e l'ho coperto con la pellicola per alimenti. 
Ho lasciato lievitare l'impasto 1 ora a temperatura ambiente e, dopo, l'ho trasferito coperto in frigo, a riposare per circa 10 ore.
Trascorso questo tempo, ho tirato fuori dal frigo la ciotola con l'impasto e l'ho lasciato lievitare per 4-5 ore a temperatura ambiente.
Dopo la lievitazione a temperatura ambiente, ho formato 16 palline da 55 g ciascuna (pirlatura).
All'interno di ogni pallina ho messo delle gocce di cioccolato fondente.
Ho posto le 16 palline nello stampo da 28 cm di diametro, precedentemente oleato con staccante per teglie; poi ho messo lo stampo ed il suo contenuto in una busta per alimenti, che ho chiuso con apposito laccetto.
Con il resto della pasta ho formato tre palline da 110 grammi ciascuna (pirlatura) e ho riempito l'interno di ogni pallina con delle gocce di cioccolato fondente. 
Ho messo le tre palline nello stampo da plumcake, precedentemente oleato con staccante per teglie, e ho poi messo il tutto in una busta per alimenti, che ho chiuso con apposito laccetto.
Ho fatto lievitare le brioches per 1 ora e mezza.
Nel frattempo ho preriscaldato il forno a 170°C.
Trascorso il tempo dell'ulteriore lievitazione, ho mescolato il tuorlo con lo zucchero e ho poi spennellato le brioches.
Ho poi infornato in forno caldo, con vapore ottenuto mettendo qualche cubetto di ghiaccio sulla leccarda del forno,, prima lo stampo con le 16 brioches e dopo lo stampo da plum cake.
Ho cotto a 170°C per 20-25 minuti e ho messo poi a freddare su una gratella per dolci.


Bon Appètit!

Le brioches butchy sono pronte.





10 commenti:

  1. Cara Fabi, come vedi Tomaso prova nuovamente ad alzare la testa dopo la bufera interminabile, sperando che possa nuovamente a essere quello di un tempo.
    Un abbraccio forte cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ottima ricetta che giro ad una mia amica allergica al glutine. Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  3. sempre bravissima...Auguri x il contest!!
    baci

    RispondiElimina
  4. sempre bravissima...Auguri x il contest!!
    baci

    RispondiElimina
  5. buonissime anche con tutti questi senza! ho una fame....

    RispondiElimina
  6. è splendida!! che buona deve essere! ma io non trovo da nessuna parte cioccolato fondente senza lattosio, che marca devo cercare? un bacio

    RispondiElimina
  7. il buchteln, o butchy, o anche wutchy, come l'ho letto in un vecchio libro di cucina, ossia l'antenato del danubio, è un dolce che amo molto, fatto più volte in varie versioni: con marmellata, con le mele, appunto salato danubio like.
    mi piace molto questa tua versione così... SENZ-azionale :-)
    la cioccolata in effetti mi mancava, devo rimediare al più presto

    RispondiElimina
  8. ma che spettacolo, la proverei con molto piacere, con quel ripieno di cioccolato, golosissimo, un bacione

    RispondiElimina
  9. Sono una goduria! Mai provata questa ricetta, cercherò di rimediare :)
    Bacioni
    Maria Teresa

    RispondiElimina
  10. Grazie a tutti di vero cuore!
    Scusate se non ho risposto prima, ma ho davvero fatto tesoro dei vostri commenti sempre preziosi, perchè se questo blog c'è è per merito vostro, che mi leggete e con i vostri commenti mi date l'energia per sperimentare i miei senza in cucina. A rileggerci prestissimo <3

    RispondiElimina

Ogni commento è graditissimo, ma i commenti anonimi saranno eliminati, sorry :-(.
Tornate a leggere le risposte, perchè dialogando si cresce insieme. A rileggerci presto tra ricette e sorrisi :-D