martedì 31 maggio 2011

La XX festa di Primavera, 29-05-2011 (I parte)...

Premessa
Sono a casa, in malattia per qualche giorno...dopo 20 giorni di antistaminico e spray cortisonico, da venerdì sera la mia voce ha cominciato a sparire, giocando a nascondino negli anfratti dell'ugola, un po' di affaticamento nel respiro...passato il fine settimana di fuoco - tanta fatica, ma anche tanto tanto divertimento, soprattutto per i bimbi - arrivo a lunedì che mi sembrava non essere proprio un catorcio. Invece...arrivo al lavoro, mi sento affaticata e la voce è andata chissà dove, non a Venezia con me...complice l'aria condizionata mi sento la gola chiusa e così chiamo la mia dottoressa, che ovviamente riceve solo su appuntamento, ma mi dice di andare che mi vedrà dopo tutti gli appuntamenti (leggasi dopo mezzogiorno). Vado.
Finalmente, mi visita. Risultato: una settimana di antibiotico, aerosol con broncovaleas e cortisonico perchè "sa, signora , un polmone lo sento un po' chiuso"...meno male che son due, mi vien da pensare. E "naturalmente tre o quattro giorni di malattia, così si riprende"
E così sono a casa, in attesa del medico fiscale.
Nel frattempo cerco di sistemare tutto quello che ho trascurato, vedi ad esempio casa e blog.
Fine della premessa
Domenica scorsa, mentre erano in corso i ballottaggi, noi eravamo tutti in parco, prima per la messa poi per il picnic tutti insieme.
Dopo la messa, in attesa del picnic ci sono stati alcuni giochi, sia per i bimbi, ma soprattutto per gli adulti, come ad esempio la gara della pastasciutta, che quest'anno ha visto anche una nutrita partecipazione femminile...le mie amiche!
Loro sono glutinose, io no! Perciò a loro la gara, a me le foto...



Eppoi c'è stata l'immancabile gara delle torte...ecco il tavolo

e la torta vincitrice è stata fatta da tre amiche, tre ragazzine ma già cuoche in erba...ecco la torta vincitrice!
La mamma di una delle tre è bravissima nel fare le torte e ha tutta una serie di attrezzi e attrezzini per biscotti, decorazioni et similia. Buon sangue non mente! Ci credereste che queste cuoche non hanno neanche tredici anni???
Ebbene si! E hanno fatto tutto da sole...c'era chi si preoccupava della cucina dopo, ma i grandi chef hanno gli aiutanti che la puliscono o no??? ;-)
E poi il picnic...visto che venerdi e sabato ero impegnata con la festa, ma in altri fronti, il tempo per preparare qualcosa per la domenica era tutto un ritaglio...ho aperto il frigo, il freezer e la dispensa e me ne sono venuta fuori con
misto riso con gamberi aromatizzato al sumac e garam masala
insalata di uova e asparagi
peperoni alla siciliana alla mia maniera, il chaltron style che mi accompagna sempre!
Peroò han tutti gradito, quindi sono soddisfatta!
E dopo il picnic, il gran finale dei Giochi di Primavera, con tantissimi bambini...un'orda rumorosa e felice che voleva SOLO divertirsi, partecipare, giocare e stare insieme...
Peccato che ci sia sempre qualche adulto che abbia voglia di rovinare il divertimento, ma come ho scritto QUI e non ho timore di ripetermi, a volte i genitori sono un po' ottusangoli...
Cionostante, il divertimento non è stato diminuito, anzi! Alla fine, erano i genitori che volevano giocare come i loro bimbi. Credo che questa sia davvero entusiasmante.
Le foto...ne ho fatte tante, troppe e devo decidere...è difficilissimo.
E tutta questa gioia è culminata in un mega lancio di palloncini


E per finire
"O nuovissimo sogno, non saresti
per immutabile innocenza innata
pecorella d'insolita avventura?"
(G. Ungaretti)


e per Dona in particolare un momento di grande poesia musicale.
Buona notte, siore e siori.

domenica 29 maggio 2011

Buonanotte con Michel Petrucciani e tutti i colori della Festa della Primavera

Sono stanchissima, sono stati tre giorni intensi il cui acme è stato oggi con la Festa in parco, la finale dei Giochi di Primavera, con tante nuove foto ma sopratutto con tantissimi sorrisi, risate e affetto...e adesso dopo aver scaricato tutte le foto cercherò di andare a dormire...forse sono troppo stanca per farlo.
Mi lascerò cullare dalle note di questi cuori che sgorgano dalle mani di questo grande artista.
E' vero, come diceva Rosetta qui nel suo commento, ci ha lasciato fisicamente troppo presto, per fortuna possiamo ascoltarlo, ascoltarlo, ascoltarlo, ascoltarlo... e nutrirci dei colori della sua musica

"Chi è nato per cantare
anche morendo canta"
(Giuseppe Ungaretti)

Buonanotte

sabato 28 maggio 2011

Michel Petrucciani, i giochi di Primavera III parte...

Michel Petrucciani September 2nd...un vento di note che s'infila tra le pieghe del cuore
Album dei giochi di primavera I parte
Album dei giochi di primavera II parte
















Pensiero 9
"Con aquarelli, pastelli, tempere e mani
disegnare
sorrisi per il cuore
musica per l'anima"


PS: alcune foto sono state rimosse dall'autrice ovvero da me

venerdì 27 maggio 2011

Take five , I giochi di Primavera (album II parte)

Album dei giochi di primavera I parte
Un ritmo meraviglioso per i sorrisi meravigliosi dei miei bimbi! Dave Brubeck Quartet - Take Five!

Pensiero 8
"mare profondo
l'abbraccio di un amico
piccola candela accesa
ad illuminar la notte"

Poesia, musica, vita...e i Giochi di Primavera (più pensiero 7)!!!

Mamma mia ! è passato un mese, tanti accadimenti si sono succeduti e come fare a raccontarli??? molta tristezza mi si è vestita addosso, e l'indifferenza e la meschinità le hanno fatto da accessorio...è un lavoro che parte dal profondo quello che sto facendo, quasi fosse la trivellazione del progetto Epica, ma dovrò arrivare al nocciolo prima o poi...in tutto questo trivellare a destra e manca, nonostante Madama tristezza e compagnia cantante, ho recuperato la poesia...il respiro profondo dell'anima.
Nonostante sia da giorni sotto antistaminico, naso tappato e orecchie e gola doloranti, ho ricominciato a respirare...davvero.
Piccoli momenti di serendipità mi hanno fatto capire che nonostante esistano persone senza poesia (e sono molte di più di quante pensavo!), sono io ancora capace di vedere la poesia che mi vive accanto, che sia un pezzo jazz, che sia una vera poesia, che sia un haiku di infinito sentimento, che sia una canzone, che sia la carezza di mio figlio, che sia un sorriso di uno dei miei bimbi, che sia un bacio di mio marito...tra piccoli e grandi dolori io sono capace di sentire la poesia...il mondo è davvero un universo di infinite possibilità!
Intanto, dedico a chi mi vuole bene, a chi passa di qua, a chi mi legge questa piccola meraviglia di Ben Harper, Pray that our love sees the dawn. Eppoi...
Eppoi vi regalo una galleria di immagini dei "miei" bambini! Ok ho un figlio solo, il mio cucciolo adorato (nonostante voglia buttargli giù dal terzo piano nintendo, wii, etc. etc. quando mi fa "arrabbiare"), ma loro sono tutti i miei bambini...che si divertono come matti alle qualificazioni della prima edizione dei Giochi di Primavera, nell'ambito della XX Festa di Primavera della nostra Parrocchia qui a Campalto.

Pensiero 7
"Il sorriso di un bambino
un seme che germoglia 
sotto la carezza di una infinita primavera"

PS: alcune foto sono state rimosse dall'autrice di questo post ovvero da me .